L’accusa, il film di Yvan Attal in prima visione al cinema Centrale

Proiezione domani (26 maggio) alle 21,15

Domani (26 maggio) alle 21,15 al cinema Centrale arriva L’accusa il film di Yvan Attal che analizza il rapporto fra sessi (e sesso) nell’era del Mee too.

Nel farlo, utilizza un rigore classico di messa in scena a riprodurre il metodo processuale, evitando slogan e indagando fatti e fragilità. Un giovane è accusato di aver stuprato una giovane nel corso di una festa. È colpevole o innocente? Lei è una vittima o l’accusa nasce da un desiderio di vendetta dopo un rapporto consensuale come sostiene lui? Punto di partenza elementare per un esperimento di laboratorio influenzato naturalmente da fattori ambientali e umani. Le vite dei due e dei loro cari sono sconvolte, ogni punto di vista è messo in discussione. Sono tanti gli interrogativi posti dal regista, preoccupato di non fornire risposte semplici e sbrigative. Attal sceglie il figlio Ben, all’esordio come protagonista, la moglie Charlotte Gainsbourg nel ruolo di madre del suo figlio reale e nel ruolo della giovane vittima, Suzanne Jouannet, che sorprende per l’intensità e la maturità della sua interpretazione, come del resto tutto il cast.

Ingresso con biglietto ridotto a 5 euro. Per accedere al cinema Centrale occorre essere in possesso della tessera annuale (10 euro). È possibile sottoscrivere la tessera abbonamento al ciclo in corso al prezzo di 25 euro per i giovedì al Centrale. Inoltre si può sottoscrivere l’abbonamento Young (10 euro) per i nati dopo il primo gennaio 1997 e l’abbonamento Sostenitore (100 euro) che danno entrambi libero accesso a tutte le proiezioni dell’anno. Le tessere di socio possono essere sottoscritte nelle serate di proiezione a San Micheletto e al Cinema Centrale. Per velocizzare il tesseramento è possibile prescriversi sul sito circolocinemalucca.it.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.