Logo
Stampa questa pagina

Il fotografo lucchese Filippo Brancoli Pantera espone alla galleria Cons Arc di Chiasso

Filippo Brancoli Pantera Nicosia Landscapes 2013 Film Photography 100x120cm Cornice con vetro courtesy dellartistaInaugura sabato 7 ottobre alla galleria Cons Arc di Chiasso in Svizzera la mostra del fotografo lucchese Filippo Brancoli Pantera Into the landscapes.
La mostra è organizzata nell’ambito della decima edizione della biennale dell’immagine che inaugura in spazi pubblici e privati nel Mendrisiotto e in più di 20 spazi in Ticino. Questo giovane autore lucchese, che ha già lavorato ed esposto in Ticino nella Saletta della Fondazione Lindenberg a Porza, interpreta il tema della decima edizione della Biennale dell’immagine, indagando il paesaggio con un suo tratto originale, uno sguardo fresco e rinnovato, senza però dimenticare la grande scuola di paesaggio della fotografia italiana, primo fra tutti il suo concittadino Massimo Vitali. Un paio di immagini di Filippo Brancoli Pantera saranno presenti anche nello spazio di OnArte, Minusio in una mostra collettiva pensata e curata da Cons Arc/Galleria, come già nella precedente felice collaborazione del 2016.


"Si tratta per me - dice Filippo Brancoli Pantera - di una bellissima situazione, la galleria Cons Arc ha una lunga e valida tradizione di fotografi “artisti” ed è da sempre un consolidato centro di diffusione della cultura fotografica a livello europeo. Qui hanno esposto i più grandi fotografi italiani, a cui mi sono sempre ispirato, confrontato e rapportato, tra tutti il nostro concittadino adottivo Massimo Vitali ed il compianto Gabriele Basilico, che sono i due più celebri esponenti della fotografia di paesaggio italiana. Per cui è per me un onore poter seguire le loro orme. Ed è un onore anche avere l'introduzione alla mostra scritta da Roberta Valtorta, ritenuta la più importante critica ed esperta di fotografia presente in Italia". "Cosa espongo? - spiega Brancoli Pantera - Undici fotografie, che sembrano poche ma invece sono tante, perchè sono grandi ed ognuna richiede un po' di tempo per essere vista ed apprezzata. Spaziano dalla Svizzera alla Turchia, passando per Roma e la Sicilia e... Massarosa, Mi piace avere un'immagine local, anche perchè rientra abbastanza bene nella mia visione del mondo e della fotografia, è inutile cercare sempre altrove, a volte quello che ci interessa è proprio sotto ai nostri occhi".
La mostra inauguerà il 7 ottobre alle 15. Orari di apertura: martedì-venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18,30, il sabato dalle 9 alle 12. Chiuso domenica, lunedì e festivi. La mostra resterà allestita fino al 23 novembre.

Developed by Note.it.