Menu
RSS

Imt, una settimana di eventi dedicati alle neuroscienze

WhatsApp Image 2019 03 06 at 12.57.56Sette giorni dedicati alla conoscenza del cervello e del ruolo che ricopre nelle interazioni sociali. Da lunedi prossimo (11 marzo) a sabato torna La settimana mondiale del cervello, iniziativa che la Scuola Imt alti studi di Lucca organizza per il quarto anno consecutivo. Un calendario ampio, che confronta la neuroscienza con svariati altri campi fra cui l'arte, la musica, ma anche le dipendenze e le malattie cliniche. A presentare il programma questa mattina (6 marzo) il direttore dell'Imt Pietro Pietrini, il sindaco Alessandro Tambellini e il presidente della Fondazione lucchese per l'alta formazione e la ricerca, Marcello Bertocchini. Presente anche Donatella Buonriposi, direttore dell'Ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa Carrara, che ha collaborato nell'organizzazione e introdurrà l'incontro di mercoledì.

Si parte lunedì (11 marzo) alle 17 all'auditorium della cappella Guinigi, con Interazione e comunicazione nell'esecuzione musicale, con Luciano Fadiga, professore di fisiologia umana all'Università di Ferrara e scienziato che ha contribuito all'importante scoperta dei neuroni 'a specchio'. A seguire, martedì alle 17 sempre nella cappella Guinigi, Il movimento tra corpo e mente: parliamo di disprassia, appuntamento con la psicologa clinica, neuropsicologa e psicoterapeuta Letizia Sabbadini, presidente inoltre dell'Associazione italiana disprassia dell'età evolutiva. Molto sentito il tema trattato mercoledì alle 10 alla chiesa di San Francesco, con Dove nascono le dipendenze nel cervello?, presieduto da Emiliano Ricciardi, professore di Psicobiologia e Psicologia fisiologica alla Scuola Imt alti studi di Lucca. Giovedì alle 16 nella biblioteca dell'Imt sarà il turno dei più piccoli, con Un pomeriggio alla scoperta del cervello, dove si terranno laboratori e giochi per avvicinare i giovanissimi alla scienza. Collaborazione con Fondazione Brf onlus e Cineforum Ezechiele 25,17 per la proiezione che avrà luogo venerdì alle 21 alla cappella Guinigi, dove andrà in scena Una doppia verità (Usa, 2016) di Courtney Hunt. Seguirà un dibattito con lo psichiatra Vittorio Volterra, Armando Piccinni e Donatella Marazziti, presidente e responsabile ricerche della Fondazione Brf onlus e Pietro Pietrini, direttore dell'Imt. A chiudere la settimana, sabato alle 18 alla libreria LuccaLibri Caffè Letterario, La vita è sogno: tra arte e neuroscienze, incontro che permetterà di capire perchè appreziamo il bello, con due giovani ricercatori della Scuola Imt: Linda Bertelli per gli Studi visuali e Giulio Bernardi per le Neuroscienze.
"La settimana mondiale del cervello - dice Pietro Pietrini, direttore dell'Imt - nasce con lo scopo di approfondire la conoscenza di quest'organo affascinante e dei misteri fisiologici e patologici ad esso legati. Si parlerà anche di dipendenze, che possono essere sia da sostanze che da persone, e di disprassia nei bambini. Si tratterà di musica come veicolo universale, che mette in funzione cervello e, forse, l'anima di chi ascolta. Andremo a capire come funziona la nostra materia grigia e come riesca a renderci 'animali sociali'. Come Scuola Imt alti studi, ci occupiamo di discipline diverse e apparentemente lontane, interagendo con esperti di vari campi, che osservano con occhi diversi un determinato argomento approntando il loro contributo di modo che, alla fine, si giunga a una visione a tutto tondo. Approfondire temi di rilevanza sociale e cittadina ci sta particolarmente a cuore in quanto crediamo che la conoscenza sia l'arma migliore per affrontare ciò di cui si ha paura. Sottolineo per questo che gli incontri non solo sono aperti al pubblico - conclude Pietrini - ma pensati e studiati unicamente per esso".
"L'alto valore dell'Imt per l'intera città si dimostra in occasioni come questa - afferma il sindaco Alessandro Tambellini - Ci sarà modo di capire a che punto sia la ricerca e che cosa ancora ci sia da fare. L'intelligenza artificiale può conoscere applicazioni di grande interesse, nell'arte, nella musica, nella produzione creativa. L'Imt offre con la sua configurazione 'orizzontale', differenti punti di vista e di osservazione, che portano a sviluppi di vario genere. Vorrei soffermarmi poi sulla lezione del 13, nella quale sarà trattato un tema molto attuale: quello delle dipendenze. Vi è infatti una forte emergenza fra i giovani, che cominciano a manifestare problemi di ludopatia o di uso di sostanze già da piccolissimi, si parla di bambini di 11-12 anni. La situazione è complessa, come sindaco ne ho testimonianza - continua Tambellini - e va affrontata sia sul piano della formazione scolastica, sia degli interventi dei servizi sociali. La sezione dedicata alle dipendenze può perciò essere un'occasione per acquisire consapevolezza e capire come intervenire sul problema".
"Questi appuntamenti permettono all'Imt di integrarsi con la città ed essere protagonista anche al di fuori da queste mura - aggiunge Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione lucchese per l'alta formazione e la ricerca - Il nostro contributo è in tal senso più esterno che interno, ma non per questo meno coinvolto nel permettere lo sviluppo e il radicamento territoriale della Scuola".
Il programma nel dettaglio. La Settimana del cervello inizia lunedì (11 marzo) alle 17, in Cappella Guinigi, con un incontro dal titolo Interazione e comunicazione nell’esecuzione musicale, introdotto dal professor Pietrini e curato da Luciano Fadiga, professore di fisiologia umana, Università degli Studi di Ferrara.
Martedì (12 marzo) alle 17, sempre in Cappella Guinigi, il professor Emiliano Ricciardi aprirà un interessante approfondimento sulla disprassia, disturbo che colpisce i bambini e che comporta difficoltà nella gestione dei movimenti comunemente utilizzati nelle attività quotidiane. Accanto al professor Ricciardi, Letizia Sabbadini, psicologa clinica, neuropsicologa e psicoterapeuta, presidente dell’Associazione italiana disprassia dell'età evolutiva, in collaborazione con la quale l’incontro è organizzato. Mercoledì (13 marzo) alle 10, nella chiesa di S. Francesco, un appuntamento pensato in particolare per gli studenti delle scuole lucchesi. Con Emiliano Ricciardi, professore di psicobiologia e psicologia fisiologica alla Scuola Imt, andremo alla scoperta delle dipendenze e dei meccanismi che le causano. Giovedì 14, alle 16 nella biblioteca della Scuola Imt (ex chiesa di S. Ponziano), Un pomeriggio alla scoperta del cervello, laboratorio riservato ai bambini (sopra i sei anni) con attività e giochi per capire come funziona l'organo principe del nostro sistema nervoso.
È organizzata insieme a Fondazione Brf Onlus e Cineforum Ezechiele 25,17 la proiezione di Una doppia verità (venerdì 15 alle 21, in Cappella Guinigi), pellicola del 2016 del regista Courtney Hunt con Keanu Reeves e Renée Zellweger. Il film fornirà lo spunto per una conversazione su il bene e il male attraverso la cinematografia, alla quale parteciperanno Donatella Marazziti, responsabile ricerche della Fondazione Brf Onlus, Armando Piccinni, presidente della Fondazione Brf Onlus, il direttore della scuola Imt, professor Pietrini, e Vittorio Volterra, psichiatra e già professore di Psichiatria all’Università di Bologna.
La settimana del cervello si conclude sabato (16 marzo) alle 18 alla Libreria LuccaLibri con La vita è sogno: tra arte e neuroscienze, con Linda Bertelli, ricercatrice in Studi visuali a Imt, e Giulio Bernardi
ricercatore in Neuroscienze sempre alla Scuola di dottorato lucchese. Gli incontri sono a ingresso libero, il programma dettagliato è disponibile: su www.settimanadelcervello2019.imtlucca.it/programma. Per informazioni 0583.4326 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alessia Ruggieri

 

Ultima modifica ilMercoledì, 06 Marzo 2019 15:48

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter