Logo
Stampa questa pagina

Accademia Gualtiero Marchesi sbarca a Palazzo Boccella

palazzo boccella 1L'accademia Gualtiero Marchesi sbarca a Palazzo Boccella con un corso riservato a diplomati di istituti alberghieri.
Nel segno dell'insegnamento del mastro l’accademia Gualtiero Marchesi continua la propria attività a Milano, nella sede di via Bonvesin de la Riva 5 e, dalla prossima estate, a San Gennaro, sulle colline lucchesi, in Palazzo Boccella che nei mesi invernali ospita Scuola Made il corso di management della accoglienza e discipline enogastronomiche promosso da Fondazione Campus e da Fondazione Palazzo Boccella.


A Palazzo Boccella, una residenza storica interamente attrezzata con cucina professionale, aule, sale di degustazione e camere per il soggiorno dei partecipanti, sarà organizzato un corso di tre settimane riservato a quindici studenti, neodiplomati in istituti alberghieri con votazione superiore a 80/100. La prima edizione si svolgerà da lunedì 16 settembre a venerdì 4 ottobre.
Il corpo docenti è formato da personaggi di altissimo profilo: Alberto Capatti, storico della cucina e presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi, Enrico Dandolo, esperto di management e Ceo del Gruppo Gualtiero Marchesi, Antonio Ghilardi, executive chef dell’accademia Gualtiero Marchesi che ha lavorato con il ,aestro dai tempi del ristorante 3 stelle Michelin di via Bonvesin de la Riva, Marco Soldati chef associato dell’accademia Gualtiero Marchesi che a fine anni Ottata ha lavorato con Gualtiero Marchesi in via Bonvesin de la Riva ed è stato per 14 anni docente dei corsi superiori di cucina, Gianni Manzo, professore di scienze naturali, Luigi Odello, docente di analisi sensoriale, Maurizio Santin, pasticcere associato dell’accademia Gualtiero Marchesi, Fabio Zago e Giovanni Rota, chef associati dell’accademia Gualtiero Marchesi e Giuseppe Vaccarini sommelier presidente Aspi.
Le materie d’insegnamento comprendono: le tecniche di cucina italiana (18 ore totali), la pratica de La grande cucina italiana sulle orme del ,aestro (40 ore), nozioni di storia della nostra tradizione culinaria (8 ore), coltivazione e allevamento in Italia (8 ore), lo studio dei prodotti, i vini italiani e gli abbinamenti (14 ore), l’analisi sensoriale (8 ore), il management della ristorazione (8 ore), alimentazione, nutrizione e sostenibilità (8 ore) e visite didattiche in Toscana (8 ore). Dopo il corso l’accademia organizzerà uno stage di sei mesi in un ristorante gastronomico italiano.
Il costo di partecipazione è di 3mila più 500 euro per la quota d’iscrizione. Per gli studenti che alloggiano a Palazzo Boccella la quota di vitto e alloggio è di 900 euro. Sono previste borse di studio di 3mila euro per gli studenti più meritevoli. Per informazioni e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., telefono 02.36706660

Developed by Note.it.