Menu
RSS

Al Busdraghi autogestione nel segno della riqualificazione

autogAutogestione terminata all'Ita Busdraghi di Lucca. Una settimana in cui gli studenti dell'agrario sono stati impegnati in diverse attività per gran parte della settimana.
“L’autogestione appena conclusa – afferma Tommaso Nieri, uno dei due rappresentati d’istituto – rilancia ancora di più il nostro istituto. Dopo l’inaugurazione della nuova sede lo scorso febbraio, si è concretizzato un altro evento importante. L’autogestione è stata infatti un successo. Siamo estremamente soddisfatti sia della partecipazione degli studenti, sia di ciò che è stato fatto".

Leggi tutto...

Studenti lucchesi documentano viaggio su Treno Memoria

IMG 20190125 WA0005Studenti dal Carrara, dal Nottolini e dal Busdraghi di ritorno dall'esperienza del Treno della Memoria. Un'esperienza che ha lasciato il segno dal punto di vista emotivo e formativo.
Prima di essere selezionati quali alunni meritevoli del viaggio-studio ad Auschwitz, hanno affrontato cinque incontri pomeridiani di due ore ciascuno, partecipato attivamente all’intero percorso formativo, approfondito le tematiche proposte, riflettuto in modo critico su quanto appreso e sottoposto, infine, il proprio elaborato alla valutazione dei docenti. Sono Daiana Bartolini (5AA), Lorenzo Cusato (5RA), Gaia Mazzatenta (4RA), Tashim Mezi (4AB) e Nicholas Roffo (4AB) dell’Ite Carrara, Marco Bertilotti (5A) e Matteo Stefanelli (5A) dell'Ita Brancoli Busdraghi e Pietro Chiavacci (4T) dell’Itg Nottolini.

Leggi tutto...

Carrara Nottolini Busdraghi, cresce l'offerta formativa: c'è anche il corso di artigianato per il made in Italy

L’offerta formativa dell'istituto Carrara Nottolini Busdraghi è, da quest’anno, arricchita con il corso professionale 'Industria e artigianato per il made in Italy', un corso idoneo a chi denoti particolari attitudini per l’applicazione pratica delle conoscenze e desideri ideare, progettare e realizzare, con l’ausilio delle moderne tecnologie, prodotti industriali e artigianali che si ispirino alla tradizione locale. Il corso che dopo un biennio comune si articola in due indirizzi ('lavorazioni artistiche di metalli' e 'oreficeria e lavorazioni del legno'), fa perno su molteplici attività laboratoriali; dopo i primi tre anni e il conseguimento della relativa qualifica, consente di ottenere una certificazione professionale aggiuntiva al termine del quarto anno e il diploma di scuola secondaria superiore alla fine del quinquennio. Al momento dell’iscrizione non è vincolante la scelta dell’indirizzo: l’importante è non confondersi fra istituto professionale e istituto tecnico.
Il nuovo curricolo non solo viene incontro alle esigenze del territorio promuovendo due profili professionali finora assenti nell’ambito provinciale, ma consente migliori possibilità di riorientamento a tutti coloro che evidenzino maggiore propensione verso studi più rivolti a contesti concreti come quelli dell’istruzione tecnica, ma che temono di non poter sostenere, sotto il profilo teorico, lo sforzo applicativo che gli istituti tecnici necessariamente richiedono. L’istituto Carrara Nottolini Busdraghi si configura, infatti, come un vero e proprio liceo politecnico a vocazione tecnico-economica e tecnologica, specializzato negli ambiti giuridico-economico (sede Carrara), costruzioni ambiente e territorio (sede Nottolini), agroambientale (sede Brancoli-Busdraghi) e caratterizzato dalla serietà dell’impegno al quale i suoi studenti sono chiamati per poter essere, dopo cinque anni, all’altezza del percorso universitario o lavorativo scelto. Significativi, da questo punto di vista, i risultati a distanza a livello sia universitario sia professionale, evidenziati anche dalle ricerche della Fondazione Agnelli (www.eduscopio.it), i quali mostrano che tutti e tre gli indirizzi si assestano sui livelli più alti in ambito interprovinciale per scuole analoghe, con una situazione di primato per la sede Carrara. Adesso l’aggiunta del nuovo corso professionale offre sbocchi a breve termine per i giovani più a rischio di dispersione scolastica, con la possibilità di conseguire una qualifica già dopo il primo triennio, fermo restando che il diploma quinquennale dell’istituto professionale apre comunque la strada all’iscrizione presso qualunque università.

I percorsi curricolari
All’Istituto tecnico economico Francesco Carrara, attraverso lo studio dell’economia, delle caratteristiche del mondo delle imprese, delle fonti del diritto e delle correlazioni con le sfide del nostro tempo, si pone l’accento:
- su una formazione culturale antropologica e filosofica che sviluppa la consapevolezza del ruolo che gli aspetti giuridici ed economici svolgono nella direzione della società e dei suoi cambiamenti (in particolare nell’indirizzo amministrazione, finanza e marketing);
- sulla dimensione dei nuovi rapporti internazionali di scambio e degli elementi linguistico-comunicativi che li favoriscono (in particolare nell’indirizzo relazioni internazionali per il marketing, grazie all’apprendimento di ben tre lingue straniere - come nei licei linguistici – e alla possibilità di conseguire il doppio diploma italo-francese nell’opzione Esabac Techno);
- sullo studio pratico e teorico delle più recenti applicazioni informatiche e delle norme che supportano la digitalizzazione aziendale e la sicurezza dei dati (in particolare nell’indirizzo sistemi informativi aziendali, anche in virtù dell’insegnamento opzionale di cybersecurity).

All’Istituto tecnico tecnologico Lorenzo Nottolini, attraverso lo studio dell’antropizzazione del territorio, si coniuga la formazione scientifica con la consapevolezza della sostenibilità ambientale, ponendo soprattutto l’accento:
- sugli aspetti matematico-fisici-informatici della progettazione (in particolare nell’articolazione autonoma progettazione tecnico-scientifica presente nell’ultimo triennio);
- sulle competenze specifiche di miglioramento dell’efficienza statica ed energetica degli edifici nell’ottica dell’attenzione al recupero edilizio, alla bio-sostenibilità ed alla prevenzione del rischio sismico (articolazione autonoma riqualificazione edilizia-energetica presente nell’ultimo triennio);
- sulle competenze giuridiche che consentano non solo al professionista, ma anche al semplice cittadino, di sviluppare la consapevolezza delle procedure amministrative che regolano i rapporti sociali (in particolare con l’insegnamento opzionale di diritto nell’ultimo triennio);
- sulle competenze specifiche da possedere per poter accedere, con tirocinio presso studi privati, all’esame di abilitazione per la libera professione di geometra, in quanto unica scuola che consente ancora questo accesso diretto.

All’Istituto tecnico tecnologico agrario Nicolao Brancoli Busdraghi, nel verde delle colline lucchesi a Mutigliano e con l’annessa ampia azienda agraria in cui gli studenti sperimentano tecniche pratiche di coltivazione, la formazione scientifica passa attraverso lo studio dei rapporti produttivi fra uomo e natura. Le attività sono protese in particolare:
- allo sviluppo delle competenze necessarie per organizzare e gestire un’azienda agraria, valutarne beni, diritti e servizi e promuoverne i prodotti con accorte strategie di marketing (in particolare nell’indirizzo produzione e trasformazione dei prodotti);
- al know how indispensabile per avere cura del patrimonio ambientale e per progettare interventi su boschi, parchi e giardini nel rispetto della storia e della cultura locale, degli equilibri idrogeologici e paesaggistici (in particolare nell’indirizzo gestione dell'ambiente e del territorio);
- all’affinamento di avanzate competenze specifiche di produzione e di marketing nell’ambito vinicolo (in particolare nell’indirizzo viticoltura ed enologia).

Nel corso professionale, le cui lezioni si svolgeranno nella sede del rinnovato polo Carrara-Nottolini prospicente via Agostino Marti, lo sviluppo di competenze linguistiche e matematiche di base si affiancherà a quello di specifiche abilità pratiche professionali attraverso esercitazioni di laboratorio già dal primo anno. Si sottolinea:
- al biennio la presenza di un laboratorio di rappresentazioni grafiche, dove grazie al disegno assistito dal computer (Cad) gli studenti apprenderanno gli elementi fondamentali per impostare l’elaborazione grafica di un prodotto;
- sempre al biennio l’elevato numero di ore nel laboratorio di tecnologia, dove sotto la guida diretta di un insegnante tecnico pratico gli alunni si eserciteranno nel trattamento dei materiali, in particolare quello del legno e dei metalli;
- al triennio l’introduzione delle discipline progettazione e produzione e laboratorio di tecnologie applicate, che consentiranno agli alunni di conoscere le novità dei dispositivi intorno a quali ruota la cosiddetta industria 4.0;
- sempre al triennio la presenza di discipline quali tecniche di distribuzione e marketing e storia delle arti applicate, utili per apprendere come il processo produttivo si possa innestare in un contesto storico ed economico che sostenga l’idea progettuale.

La scuola è aperta per un contatto diretto con le strutture nei giorni di seguito indicati: l'Istituto tecnico tecnologico Lorenzo Nottolini e Istituto professionale Polo Carrara-Nottolini (via Barsanti e Matteucci, 136 - Lucca. Telefono: 0583.343217), sabato 12 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; sabato 19 gennaio dalle 9 alle 12; sabato 26 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. L'Istituto tecnico economico Francesco Carrara (viale Marconi, 69 - Lucca. Telefono: 0583.955178) domenica 13 gennaio dalle 16 alle 19, venerdì 25 gennaio dalle 17 alle 19. L'Istituto tecnico tecnologico agrario Nicolao Brancoli Busdraghi (via Onacrog/Gallesi, Mutigliano - Lucca. Telefono: 0583.394470) sabato 12 gennaio dalle 15 alle 18, sabato 26 gennaio dalle 15 alle 18. Per conoscere in dettaglio i quadri orari dei vari corsi, è consultabile il sito web della scuola: www.politecnico.lucca.it

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter