Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

Caos scrutatori, Azzarà in Consiglio: “Sichi si dimetta”

commissioneelettoraleCaos scrutatori, la bagarre arriva anche in consiglio comunale. E' Antonino Azzarà, consigliere comunale dell'Udc, a portare il caso della nomina degli scrutatori anche a Palazzo Santini, con un intervento nella fase delle raccomandazioni nella seduta di questa sera (13 maggio), dopo che è esplosa la notizia dell'annullamento del primo sorteggio (Leggi). Azzarà ha letto la lettera ricevuta dalla Prefettura in merito al ricorso presentato dal consigliere contro il sistema del sorteggio, sostenendo fin dall'inizio che gli indirizzi dati dal consiglio comunale di Lucca avrebbero potuto confliggere con la normativa, a livello nazionale: “L'ultimo parere - legge Azzarà - è stato chiesto dopo il ricorso del 5 aprile scorso, la Prefettura si è rivolta al ministero, che ha risposto: il criterio è quello della nomina alla unanimità della commissione. Anche la scelta di un sorteggio preventivo deve essere adottata nel rispetto del criterio dell'unanimità. In questo caso il ministero non ha riscontrato che non vi sia stata unanimità. Al fine di garantire le regolarità delle elezioni, il ministero ha invitato il sindaco a riconvocare la commissione. Siamo davanti ad un caso unico e inaudito, l'assessore Antonio Sichi è voluto andare a dritto. L'assessore ha violato la legge, non può presiedere la commissione. Chiedo al sindaco, che è garante, di assumere la presidenza della commissione”. Poi attacca Sichi: “Assessore, lei deve dimettersi, abbia un sussulto di dignità”.

Leggi tutto...

Riforma Renzi Terzo settore, Lucca tra le città più beneficiate

Con la presentazione delle linee-guida della Riforma del Terzo Settore da parte del governo Renzi, che prevede azioni e risorse che avranno una ricaduta importante su un settore che, negli anni della crisi, ha avuto un ruolo fondamentale nell'ammortizzare gli effetti, soprattutto occupazionali, portati dal clima congiunturale recessivo, si riaccende la discussione sul tema. La Toscana, in particolare, guarda con fiducia a spinte e processi di riforma che hanno come obiettivo quello di promuovere un settore, quello dell'economia sociale e del Non Profit, che rappresenta già uno dei più dinamici ed importanti sul suo territorio.
Per la Toscana gli effetti di una riforma dNoel settore potrebbero essere ancora più dirompenti rispetto ad altre zone d'Italia: secondo un indice statistico calcolato da reteSviluppo S.c., spin-off dell'università di Firenze, ben 3 province toscane - Firenze, Siena e Lucca - si collocano nelle prime 15 posizioni a livello nazionale per quota di addetti e volontari impegnati quotidianamente nel Non Profit: Siena è terza, Firenze e Lucca rispettivamente undicesima e dodicesima. Emerge con chiarezza quanto sia di vitale importanza il settore dell'economia sociale per questi territori: a Siena, terza in Italia dietro soltanto a Bolzano e Trento (il Trentino Alto Adige è primo in Italia anche nei dati occupazionali regionali), il 19,6% della popolazione si impegna attivamente nel Non Profit. Nella provincia di Firenze e in quella di Lucca il dato si abbassa e si attesta intorno al 14,2%, ma rimane altissimo se comparato con le altre province del territorio nazionale. Siena, Firenze e Lucca possono perciò considerarsi delle vere e proprie eccellenze italiane nel Terzo Settore.
Firenze, con più di 64 mila tra addetti e volontari impegnati nel terzo settore, è prima fra i comuni delle grandi città italiane e dei capoluoghi di regione. Il 17,9% della popolazione del capoluogo toscano è impegnata attivamente nel Terzo Settore, un dato rilevante, soprattutto se confrontato con quello delle tre principali metropoli italiane: Milano (11,5%), Roma (9,8%) e, più distante, Napoli (3,9%).
La Toscana è quindi una delle zone in cui il solidarismo e la coscienza civica sono maggiormente diffusi e proprio per questo è nel suo territorio che si attendono gli effetti più rilevanti della riforma.

Leggi tutto...

Piano strutturale, servizi e programmazione per rilancio

casacittaLa gestione razionale delle risorse, la difesa del suolo e l'impatto ambientale, la capacità di pianificare e di attrarre turismo, l'industria culturale, lo sviluppo tecnologico, trattenere e attrarre competenze e talenti sul territorio, le infrastrutture, la sanità e i servizi pubblici sono alcuni dei temi trattati questa mattina (13 maggio) alla Casa della Città di piazza del Giglio nel corso del primo di una serie di incontri promossi dall'assessore all'Urbanistica Serena Mammini per discutere e approfondire le tematiche relative alla definizione del piano strutturale. L'amministrazione comunale intende infatti coinvolgere attivamente la comunità, al fine di focalizzare le problematiche emergenti, di definire gli indirizzi di orientamento generale e di perfezionare gli obiettivi e le azioni da perseguire in vista della formulazione di prime ipotesi progettuali.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter