Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Dalla pausa pranzo all’aperifood con stile a La Dogana di Altopascio

I due titolari Mirco e Fabio stanno lavorando anche a una seconda filiale

Non si è mai fermata, non ha mai perso le speranze, si è sempre rinventata, ha saputo soddisfare e mantenere tutti i suoi clienti anche durante il lockdown, ha investito nella ristrutturazione creando nuovi posti di lavoro. Stiamo parlando de La Dogana di Altopascio, uno dei locali più cliccati e frequentati della Toscana.

Sono 31 i componenti dello staff ad oggi: ragazze e ragazzi fra i 22 e i 60 anni, segno di importanti obiettivi per i titolari, Fabio e Mirco. “Soddisfare e mettere a proprio agio i nostri clienti è una priorità, e per far questo servono validi collaboratori”, dicono i due, più volte ospiti durante questa stagione nelle televisioni e nelle radio nazionali.

Due volte ospiti di Paolo Del Debbio a Dritto e rovescio su Rete 4, occasioni nelle quali Fabio e Mirco poterono esprimere a ministri e giornalisti le difficoltà vissute durante il lockdown. E poi, ancora, quattro volte sulla radio nazionale Rtl 102.5. “Il tagliere da asporto de La Dogana, durante la pandemia – spiegano Mirco e Fabio –  è stato il prodotto più venduto e richiesto nel suo genere. Oggi lo degustano tutti, grandi e piccini, perché il nostro tagliere mette tutti d’accordo. Ci sono solo salumi di nostra produzione, focacce a lievitazione naturale con creme create appositamente per abbinarsi con stile ai salumi. E poi i formaggi, tutti italiani per scelta e selezionati con cura”.

L’aperifood è diventato uno dei momenti più gustosi ed eleganti in circolazione, con un buffet mozzafiato. “L’unico in Italia – spiegano i due titolari – che ti permette di personalizzare il buffet scegliendo da un ricco menù con oltre 40 portate”. E poi si può ordinare tutte le volte che si vuole senza aumento di costi: vengono persone da tutta la Toscana per provare le prelibatezze che La Dogana offre, complice anche il meraviglioso spazio esterno, piazza Gramsci tutta allestita con tavoli e divanetti, che offre un panorama rilassante con il giusto stile. “Uno spettacolo anche da vedere, un’esperienza da provare: rilassarsi sotto le stelle degustando e bevendo ottimi drink non ha prezzo”, evidenziano Fabio e Mirco.

E poi c’è la pausa pranzo: il ristorante è diventato il ritrovo per eccellenza di oltre 200 persone, fra aziende, liberi professionisti, manager, banchieri e famiglie che scelgono tutti i giorni il ristorante de La Dogana. Un punto di ritrovo anche per i manager che viaggiano sulla vicina autostrada Firenze mare. “Uscire ad Altopascio per pranzare a La Dogana è diventato un rito irrinunciabile. Solo cucina espressa di alta qualità – dicono Fabio e Mirco – curata sia nella forma sia nei contenuti”.

E quello che stupisce sono i tempi: si pranza con gusto e qualità in 20 minuti. Il menù varia ogni giorno. La ‘macchina produttiva’ è diventata attenta e veloce così da soddisfare sia chi ha poco tempo, sia chi può approfittare di qualche minuto in più. “La pausa pranzo merita rispetto – ripetono continuamente i titolari – ed ecco perché ce ne prendiamo cura tutti i giorni, compresi sabato e domenica”.

Alla domanda “A quando la seconda filiale?” la risposta è secca: “Ci stiamo lavorando“.
“Vi invitiamo a visitare la pagina La Dogana su Facebook e ladogana.altopascio su Instagram, pagine che contano più di un milione di visualizzazioni ogni mese. Che dire, ci vediamo qui, in questo posto meraviglioso – salutano Mirco e Fabio – non per mangiare, ma per degustare con gusto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.