Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

La street art fa tappa da Tuscania Auto con Noeyes e Muz

Vernissage sabato (15 febbraio) alle 17 nella concessionaria Seat di Lunata: i visitatori potranno 'entrare' dentro l'Ibiza-opera d'arte

L’arte urbana arriva da Tuscania Auto. Sabato (15 febbraio) alle 17 sarà inaugurata alla concessionaria Seat di Lunata la mostra Drive in… Street Art!, dedicata a Noeyes e Muz, due artisti emergenti che si sono formati in Toscana e già riconosciuti nella scena urbana italiana ed europea.

La mostra, curata da Gian Guido Grassi e organizzata dall’associazione Start – Open your eyes con il patrocinio del Comune di Capannori, sarà ospitata all’interno della concessionaria in via Pesciatina 167 fino al 22 marzo e il salone, dove tradizionalmente sono esposte le autovetture, accoglierà le opere dei due giovani talenti della street art che dipingeranno un whole car integrale su una vettura messa a disposizione da Tuscania Auto: sarà integralmente customizzata una Seat Ibiza Fr turbo metano, che i partecipanti potranno guidare entrando letteralmente all’interno di un’opera d’arte.

Tuscania Auto e Seat, casa automobilistica di Barcellona appartenente al Gruppo Volkswagen, rinnovano così il proprio impegno a favore della musica e dell’arte urbana. Questa è la seconda tappa di un percorso iniziato lo scorso luglio quando, in occasione della Rds Play on Tour, la concessionaria aveva promosso una performance di live painting sulle spiagge della Versilia; gli stessi Muz e NoEyes avevano dipinto in combo una tela che sarà ora presentata per la prima volta.

L’esposizione è concepita come una doppia personale. I due artisti avranno modo di esprimersi oltre i supporti tradizionali e occuperanno letteralmente di colore gli spazi della concessionaria e le stesse auto per un allestimento innovativo che permetterà ai visitatori di immergersi in un’esperienza suggestiva. Un’atmosfera urban in cui arte e macchine saranno i protagonisti della scenografia; i visitatori saranno coinvolti interattivamente e potranno diventare anch’essi writers lasciando la propria firma su una Seat Ateca.

Seat Ibiza
ateca seat street art tuscania

Anche l’inaugurazione è concepita come un happening aperto a tutti, un momento di aggregazione che includerà performance di live painting accompagnata da un sottofondo di musica funk e hip hop; sarà offerto un aperitivo che, vista la cornice estremamente urban, non potrà che essere a base di prelibatezze di street e finger food.

La mostra permetterà di conoscere meglio, attraverso due dei suoi protagonisti, quella che è comunemente nota come street art, il movimento artistico più dirompente e globale degli ultimi anni in grado di influenzare l’immaginario collettivo dando origine a cambiamenti sul piano urbanistico e sociale.

Noeyes (donna, astratta, che dipinge prevalentemente con il pennello e gli acrilici utilizzando toni accesi) e Muz (uomo, figurativo, che disegna prevalentemente con la bomboletta spray e usa toni tenui spesso monocromatici) rappresentano due vie, due anime quasi opposte, all’interno dell’arte urbana, che è caratterizzata dall’eterogeneità dei linguaggi espressivi, dalla molteplicità di influenze e tradizioni, dalla pluralità dei materiali utilizzati e dalla differenza delle dimensioni e dei supporti.

Lo spirito e la natura dell’evento riconfermano la volontà di Seat di parlare al cuore delle persone attraverso forme di espressione condivise: mood giovane e urbano, passione per la creatività e tecnologia e connessione e supporto al talento. “Il rapporto fra arte e industria ha un’illustre tradizione che ha conosciuto nel corso del Novecento delle pagine indimenticabili come il Bauhaus e la
scuola italiana del design anni Sessanta grazie a imprenditori illuminati come Adriano Olivetti – afferma il curatore Grassi – e oggi, grazie alla committenza di Tuscania Auto e Seat, è il tempo della street art e ancora una volta questa sinergia ha prodotto frutti inaspettati”.

Sarà realizzato, infine, un libro d’artista che custodirà due serie limitate di serigrafie numerate e firmate dagli artisti, racchiuse in un booklet nero arancio in omaggio ai colori aziendali; grazie al tabloid sarà così possibile ‘portarsi a casa’ il proprio pezzo della mostra, due vere e proprie opere d’arte.

È gradita la prenotazione scrivendo alla email start.oye2017@gmail.com o contattando il numero 347.9827367.

Gli artisti, biografie

Giulia Salamone Noeyes è nata a Siracusa nel 1989 ed è cresciuta a Lucca. Passa da uno studio tecnico iperrealista a un periodo di total black marker, fino a trovare una propria espressione di carattere analitico, concettuale. I suoi lavori sono composizioni cromatiche tra sovrapposizioni, trasparenze e profondità. Esse, rispecchiano differenti sensazioni e personalità ed il tutto è dettato da un’unica forma, da cui deriva il nome Noeyes.

La sua semplicità si contrappone alla vita sociale, frenetica, materialista e ricca d’immagini. Noeyes si esprime abbracciando differenti media: pittura, pittura murale, istallazioni e fotografia. Ha dipinto in Italia e all’estero facendosi segnalare tra gli artisti emergenti più interessanti. Ha partecipato ai principali festival di street art, come nel 2015, AmazingDayWoman (Milano), 2016, Restart U.F. (Imperia) e Revisioni (Roma), 2017, LocalArtWalls (Firenze) e Revisioni (Roma), 2019, Manifactury (Comacchio), la Cattedrale Immaginata (Modena). Mostre personali 2019 VinArte Gallery (Barcellona, Spagna), Galleria Olio su Tavola (Lucca).

Noeyes
Noeyes street art tuscania auto

Muz, al secolo Samuel Rosi, nasce il 2 luglio 1995 a San Miniato (Pisa). Dopo il diploma, conseguito nel 2014 al liceo artistico Virgilio di Empoli, inizia a percorrere la strada della spray art. Da qui inizia una ricerca, tutt’ora in corso, partita dal tradizionale lettering, che sfocia in un aspetto più figurativo e di ricerca cromatica e si avvale di figure e lineamenti parzialmente percettivi distinguibili nella totalità dell’opera. Da tale indagine nasce una pittura fortemente evocativa, che si avvale dell’utilizzo iper-sensibile dello spray, sfruttando al massimo la restituzione di un effetto visivo incorporeo e fumoso, derivante dalla facoltà di controllare la pressione e la consistenza del getto.

Ha partecipato a mostre personali (come nel 2019 Corium, consorzio Casaconcia di Ponte a Egola, Pisa) e collettive (nel 2018 Pinocchio al Pinocchio, nel 2019 Effetto Serra) e ad altre manifestazioni (come l’installazione Promemoria medievale, piazza del Campo a Siena, nel 2018; vincitore del concorso Un murales per lo sport, la solidarietà e l’amicizia, Pieve a Nievole, Pistoia, nel 2017; performance Visionart, ex macelli milanesi Macao, Milano; la performance Muz al Cra, al Cra – Centro raccolta arte di San Miniato, nel 2016) accreditandosi tra gli artisti emergenti più interessanti.

Muz
muz street art tuscania auto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.