Menu
RSS

Testate online, la Regione spinge per la stabilizzazione

21-02Informazione online, tema caldo legato ad un settore in crescita che chiede regole e tutele. Oggi le testate toscane nel web hanno deciso di riunirsi nell'auditorium del Museo Piaggio chiamando al confronto Ordine dei giornalisti, Associazione Stampa Toscana, Associazione Nazionale Stampa Online e la Regione, che la prossima settimana emanerà dei bandi a sostegno delle imprese di informazione toscane. Riguardano la stabilizzazione di personale precario, per cui crescono gli incentivi; 8mila euro per ogni posto di lavoro stabilizzato e trasformato in tempo indeterminato (importante è che l'azienda, negli ultimi due anni, non abbia ridotto il personale di oltre il 30 per cento), confermando risorse per 1 milione e 200 mila euro. I finanziamenti riguardano progetti rivolti a piccole, medie e micro imprese: emittenti televisive digitali terrestri, quotidiani e periodici online, radio web, web tv, agenzie di stampa quotidiana via web.

Leggi tutto...

Informazione sanitaria, priorità a tutela dignità paziente

21-02Quando la deontologia dei giornalisti incontra quella di un altro ordine professionale, quello dei medici. E' il caso della Carta di Perugia, firmata nel 1995 dall'ordine dei medici e dall'ordine degli psicologi dell'Umbria e dal consiglio regionale dell'Odg e diventata poi esempio di buone prassi per l'informazione sanitaria.
Una carta deontologica tutta tesa alla collaborazione fra professionisti, nella reciproca autonomia, ma con lo stesso obiettivo: garantire il rispetto del cittadino malato e dei lettori che hanno diritto a una informazione corretta e non distorta. O, come nel caso delle questioni sanitarie, una diffusione di notizie che non ledano la dignità dei pazienti o non creino allarmismi nella popolazione.
Per questo è dovere del giornalista "verificare le notizie in suo possesso ricorrendo a fonti attendibili e qualificate” mentre dall'altra parte le strutture sanitarie, le fonti, devono assicurare la compiutezza dell'informazione ("nel rispetto delle norme che regolano sia il segreto professionale che il diritto alla riservatezza del paziente") anche dotandosi di "strumenti idonei allo sviluppo di un corretto rapporto tra le parti che interagiscono e cioè cittadini, pazienti, sanitari e giornalisti".
Da garantire, in maniera più estesa e più "urgente" rispetto ad altri tipi di informazioni, il diritto alla rettifica di notizie non corrette o complete.
La carta poi, nel sottolineare la necessità di maggior tutela per soggetti deboli come minori, disabili e anziani in particolare, si sofferma su due elementi. Una riguarda l'allarme sociale derivante dalla diffusione di notizie senza base scientifica: "E' impegno comune - si legge nell'articolo 7 - la non diffusione di informazioni che possano provocare allarmismi, turbative ed ogni possibile distorsione della verità". Infine "le notizie riguardanti le problematiche della sfera psicologica, affettiva e sessuale devono essere fornite e divulgate senza indurre in interpretazioni speculative o deformanti dei fatti".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter

popupseatPA