Marchetti: Summer sia trattato almeno come Comics

“Sono sinceramente allibito e amareggiato nel vedere che, con tutti i problemi che abbiamo in questo momento, ci siano soggetti che operano per togliere da un prato una scritta. Allibito perché non comprendo che danno possa arrecare a un prato una scritta che pubblicizza un evento mondiale come il Summer Festival. Sicuramente non al prato e per quanto riguarda il decoro, mi pare che le Mura recentemente abbiano sopportato ben di peggio”. E’ questa l’opinione del sindaco di Altopascio e consigliere provinciale, Maurizio Marchetti.

“Amareggiato – spiega – perché mi metto nei panni di chi lavora sodo alla riuscita di una manifestazione che porta benefici di ogni genere alla città e al territorio, sia pure a prezzo di qualche disagio per i residenti, ovvero Mimmo D’Alessandro, ma che sembra ricevere più ostacoli che aiuti.
Credo che tutti, a partire dalla Soprintendenza, debbano comprendere che il Summer Festival è un patrimonio inestimabile per Lucca e va salvaguardato in ogni modo. Del resto mi pare che per i Comics, giustamente, siano stesi sugli stessi spalti migliaia di metri cubi di ghiaia senza problemi.
E’ quindi necessario che il Summer Festival sia almeno trattato come i Comics, come si conviene a due eventi di portata mondiale”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.