Quantcast

“Sblocca Italia”, il sindaco a Renzi: “Tante emergenze”

Far ripartire il paese, cominciando dai suoi cantieri bloccati. E’ la proposta che il premier Matteo Renzi fa ai sindaci, chiedendo una lista di opere prioritarie, con tanto di progetti e importi necessari o in parte già stanziati ma che siano risultati “bloccati” per mancanza di un parere o per uno stop della sovrintendenza, entro la metà del mese di giugno. Un appello per “sbloccare l’Italia”, partendo dalle realtà locali, che non lascia indifferente il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini. “E’ chiaro che tutto quello che va nella direzione di sbloccare cose ed attività che sono ferme da tempo va molto bene”.

“Le emergenze sono così tante – aggiunge Tambellini sul sito dell’Anci – che prima di tutto c’è la necessità di fare un censimento accurato della situazione. Qui è rimasto tutto fermo, soprattutto nel settore dell’edilizia scolastica, dove bisogna lavorare e molto”. Il sindaco ricorda anche la risposta data al premier che nei mesi scorsi aveva chiesto priorità sul fronte delle ristrutturazioni delle scuole: “Certo – spiega Tambellini – il fatto che sull’edilizia scolastica sia arrivata una risposta dal governo mi lascia ben sperare anche su questa nuova iniziativa di collaborazione tra il governo centrale ed i sindaci”, conclude Tambellini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.