Tagli alle navette, raccolta firme a Mugnano e S.Concordio

Il taglio delle navette per l’avvio delle nuove linee Lam a Lucca continua a lasciare strascichi polemici. E nell’area di Mugnano e in parte di San Concordio, la zona esclusa dalla linea ad alta mobilità monta la protesta dei residenti. Che, in questi giorni, distribuendo volantini negli esercizi commerciali e nei bar hanno dato vita a una raccolta firma che sa tanto di appello all’amministrazione comunale e all’assessore Francesca Pierotti. “Dal primo luglio – si legge nel volantino – nel nostro quartiere è stata soppressa la linea urbana islandoci ancora di più dal centro storico e da tutti i principali servizi cittadini come ospedale, supermercati ed alto. Tutto ciò è inaccettabile. Quindi chiediamo l’attenzione e l’impegno di tutti perché ci venga restituito quello che è un nostro diritto. Firmiamo numerosi”.
La raccolta firme, al momento, sta procedendo spedita e presto i promotori decideranno le modalità di consegna delle firme all’amministrazione comunale. Che dal canto suo di recente ha ricordato come l’attuale disegno delle linee sia in fase sperimentale ed aperta alle segnalazioni di criticità da parte dei cittadini, riportando questi malumori anche al consorzio Ctt Nord.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.