Assi, appello da Corte Campana: “Menesini ripensaci”

Assi viari, anche la Camera di Commercio si schiera per il sì. E lo fa con una lettera aperta del presidente Giorgio Bartoli inviata al sindaco Luca Menesini, che ha dichiarato la sua contrarietà all’attuale progettazione.
“Caro sindaco – dice Bartoli – ho letto con molta attenzione le tue dichiarazioni rese a mezzo stampa in merito alla realizzazione dei nuovi assi viari nella Piana di Lucca. Ritengo molto importante il livello di approfondimento da te fatto per evidenziare problematicità su alcuni parti del progetto e conseguenti indicazioni per il suo miglioramento sia nell’ottica della salvaguardia del territorio che in quella di una maggiore funzionalità dell’opera. Ritengo altresì importante la prosecuzione della tua presenza ai tavoli preposti per definire gli aggiustamenti e le modifiche o le integrazioni da fare al progetto stesso.
Mi permetto invece di non condividere una impostazione che potrebbe ritardare o peggio compromettere la realizzazione dei nuovi assi viari. Si tratta di un intervento atteso da decenni, un intervento teso a facilitare la circolazione delle persone e delle merci in un territorio la cui rete stradale è rimasta immutata nonostante l’enorme crescita del suo utilizzo, un territorio che non può più permettersi di rinviare le scelte”.

“Mi rendo perfettamente conto – prosegue – che qualche persona o qualche azienda potrebbe avere penalizzazioni che andranno mitigate con soluzioni di dettaglio ma ti prego di considerare che l’interesse dell’intera economia e della popolazione della Piana di Lucca e della Valle del Serchio non deve essere relegato in un angolo per gli interessi di pochi. Sappiamo bene che, come pubbliche amministrazioni, dobbiamo lavorare per il perseguimento degli interessi generali superando i particolarismi o i legittimi interessi individuali. Sono anche consapevole che le risorse a disposizione non permettono oggi di completare tutto il disegno strategico degli assi viari nord-sud ed est-ovest ma finalmente qualcosa si è mosso. Le prime risorse sono state stanziate, la progettazione è partita, l’attenzione del Governo ha iniziato a manifestarsi in modo concreto dopo anni ed anni di semplici dichiarazioni di interesse senza veri risultati. Adesso siamo anche vicini alla possibilità di avere ulteriori interventi per il sostanziale miglioramento del collegamento ferroviario con Firenze. Altro fattore strategico da sempre richiesto e mai ottenuto. Lo definisco un momento storico, uno di quei momenti che arrivano, se va bene ogni 50 anni. Non possiamo in nessun modo bloccare questa fase ove si cominciano a poter finalmente fare quegli interventi chiesti da tutto il territorio a partire dagli anni 70 e mai ottenuti. Diamo inizio a quanto oggi possibile con la realizzazione dell’asse nord-sud e continuiamo con convinzione a richiedere al Governo le ulteriori risorse per il completamento della nuova rete stradale con l’asse est-ovest. Ti invito a riflettere nuovamente su questa fondamentale questione e sono a tua completa disposizione per ogni incontro di approfondimento che riterrai utile fare nell’ottica di trovare le migliori soluzioni che soddisfino gli interessi generali della nostra economia e della nostra popolazione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.