Quantcast

Alunni della Santa Dorotea in visita agli stabilimenti Ageco

L’educazione ambientale la si acquisisce da giovani e per i bambini della classe terza dell’istituto Santa Dorotea di Lucca quella di oggi è stata una mattinata speciale. Insieme alla loro insegnante, la professoressa Caterina Filaninno, hanno visitato gli stabilimenti di stoccaggio e recupero di rifiuti industriali del gruppo Ageco, con sede in via della Madonnina a Capannori. Dove il presidente Antonio Guarino li ha accolti e rifocillati con una sostanziosa merenda.
Prima, gli alunni lucchesi avevano visitato, sotto la guida di Fabio Boldrini e Giovanni Colavista, l’impianto di Migliarino, dove una delle società del gruppo, la Spedi, provvede al ritiro dei rifiuti provenienti soprattutto dalle piccole e medie aziende toscane, allo loro stoccaggio prima dello smaltimento finale.
La seconda parte della mattinata si è svolta allo stabilimento di Ageco 2, dove arrivano da tutta Italia gli acidi esausti provenienti dal lavaggio del ferro. Un rifiuto pericoloso che qui, come ha spiegato il responsabile Nicola Carretta, viene trasformato in sali di ferro, una materia prima pulita impiegata nel ciclo di depurazione delle acque. Soddisfatti i bambini che hanno trascorso una mattinata decisamente diversa dal solito.

{youtube}IYjny1DyS78{/youtube}

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.