Un anno per densitometria. Asl: “Non è esame urgente”

Oltre un anno per un appuntamento per un esame di densitometria ossea. E’ questa la segnalazione di un nostro lettore che segnala come già lo scorso mese di novembre ha provato a prendere un appuntamento con il Cup per l’esame richiesto dal medico di famiglia. Appuntamento concesso, ma per febbraio del 2016 ovvero a un anno e tre mesi dalla richiesta.
Sul tema, però, la Asl non fa drammi e precisa: “Sui tempi d’attesa per la densitometria ossea, l’azienda evidenzia che per questo esame si è registrato negli ultimi anni un forte incremento delle richieste che ha fatto aumentare i tempi d’attesa. L’azienda sta lavorando per far diminuire i tempi d’attesa, ma sottolinea anche che la densitometria ossea è un esame che lo stesso ministero della salute considera “ad alto rischio di inappropriatezza” e che anche a livello regionale non deve essere garantito entro un determinato tempo d’attesa. La densitometria ossea, infatti, rientra tra le prestazioni parzialmente escluse dai livelli essenziali di assistenza, in quanto erogabile limitatamente alle condizioni cliniche per le quali vi siano evidenze di efficacia clinica. La densitometria, inoltre, non è un esame prescrivibile con caratteristiche d’urgenza. Per la densitometria ossea (e per altri esami come l’elettromiografia) l’Azienda Usl 2 ha intrapreso già da tempo un percorso per aumentare il grado di appropriatezza, con la definizione, la condivisione e l’applicazione di linee guida, cioè di indicazioni per la prescrizione e l’erogazione di prestazioni che frequentemente vengono richieste in modo inappropriato. E’ stato inoltre favorito il contatto diretto tra il medico di famiglia e lo specialista della branca di riferimento, in modo da permettere al medico prescrittore di esplicitare al meglio le finalità diagnostiche della richiesta ed allo specialista di soddisfare il quesito posto nei tempi più idonei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.