Antenna a S. Alessio, il parere dell’Asl non è vincolante

Il parere rilasciato dal dottor Gregorio Loprieno del dipartimento della prevenzione dell’Asl 2 di Lucca sul sito di via Fonda scelto per la nuova antenna Telecom a S. Alessio non è vincolante (Leggi). Lo dice il direttore dello stesso dipartimento, Alberto Tomasi, che proprio in questi giorni è stato confermato nel ruolo con incarico triennale dalla direzione aziendale, precisa i termini della questione: “Non si tratta di un parere previsto dalla normativa o rilasciato nell’ambito di un’attività istituzionale, ma di una valutazione di tipo sanitario espressa da un medico del nostro Dipartimento a seguito di un sopralluogo tecnico e di una richiesta avanzata dai cittadini. E’ un parere che fornisce delle indicazioni ma non è vincolante”.

“In questo ambito, infatti, la normativa – aggiunge Tomasi – prevede un contributo diretto da parte dell’Arpat, che può misurare l’impatto delle radiazioni, mentre non è prevista una valutazione dell’Azienda sanitaria, in quanto, come affermato dal nostro medico nella sua relazione, non esistono elementi certi che permettono di ascrivere alle stazioni radio base determinati effetti sulla salute umana. Il parere del dottor Loprieno è un primo passaggio a cui possono seguire ulteriori approfondimenti da parte del Dipartimento della Prevenzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.