Martinelli (FI): Accoglienza sì, ma non vicino all’assessore

“La filosofia della sinistra: accoglienza sì, ma a casa degli altri”. Marco Martinelli è critico nel commentare il sequestro dell’area di via del Barchino a San Concordio dove si erano insediate famiglie nomadi: “La sinistra buonista e perbenista predica l’accoglienza purché le persone non vengano portate e non si insedino vicino alle abitazioni dove la stessa sinistra radical chic vive. Infatti sarà solo una casualità, ma il suddetto intervento, ha avuto come oggetto, un insediamento nomade che si trova a poche centinaia di metri, dove risulta essere residente un’esponente della giunta Tambellini, paladino dell’accoglienza e della cooperazione e che si è speso in questi anni a favore della realizzazione di un villaggio per i nomadic,con casette di legno, in via delle Tagliate. Chiediamo al sindaco Tambellini, tutore della legalità e della trasparenza che spieghi alla città tutta se gli insediamenti di San Concordio hanno qualcosa di differente dagli altri presenti sul territorio del Comune di Lucca e perché. Cogliamo questa occasione per ribadire quanto già manifestatato attraverso la presentazione di mozioni in consiglio comunale: è necessaria una riqualificazione complessiva delle aree attualmente occupate dai campi nomadi restituendole all’utilizzo non di una parte ma di tutta la cittadinanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.