S. Luca, torna la fermata Lam ma continuano le multe

Con l’installazione ieri (31 marzo) della cartellonistica da parte della Asl (Articolo e foto), stamani sono scattati i controlli e le sanzioni (in tutto una ventina) da parte della Polizia Municipale nell’area antistante l’entrata dell’ospedale San Luca. Il comando di piazzale San Donato, che anche questo pomeriggio è tornato con una pattuglia a monitorare in loco la situazione (7 verbali emessi), assicura la massima attenzione al problema della sosta selvaggia nell’area ospedaliera. Con il ritorno graduale ad una condizione di normalità, Ctt Nord ha provveduto già questa mattina a rimuovere gli avvisi alle paline e a riportare il capolinea della Lam nella sua sede naturale, vale a dire nello spazio antistante l’ingresso dell’ospedale cittadino.

“La Lam è un servizio pubblico – dichiara l’assessore alla mobilità Francesca Pierotti – utile a molti cittadini e nel caso specifico dell’ospedale si tratta di una linea particolarmente sensibile sulla quale l’amministrazione comunale ha investito, proprio perché viene utilizzata per necessità primarie legate alla salute da parte di persone provenienti da varie zone del territorio comunale”. “Fermo restando l’impegno dell’amministrazione – aggiunge Pierotti – nel reperire nuove aree di sosta a servizio dell’ospedale dove i cittadini potranno lasciare l’auto liberamente, fermo restando l’impegno che lo stesso sindaco Tambellini insieme agli altri sindaci sta mettendo nella trattativa condotta dalla Regione Toscana con il gestore dei parcheggi dell’area ospedaliera per calmierare il costo del ticket, fermo restando tutto questo è necessario che i cittadini rispettino le regole che ci sono nel bene di tutti, perché credo sia ben chiaro che per il comportamento scorretto di pochi si crea un disagio a molti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.