Vendita delle quote Salt, gara da 16 milioni pronta a giugno

di Roberto Salotti
Una partita da 16 milioni di euro che potrebbe costituire una manna per le casse della Holding – la società che gestisce le municipalizzate del Comune – e per il bilancio di Palazzo Orsetti che quest’anno in particolare deve far fronte a tagli di trasferimenti che si aggirano attorno ai 4 milioni e mezzo. Entro il mese di giugno – è questo almeno l’obiettivo – sarà pronta la gara per l’asta delle quote detenute dall’amministrazione comunale in Salt. La partecipazione, ridotta negli anni, è oggi del 2,3% ma potrebbe fruttare un bel gruzzolo, considerando che il socio di maggioranza della Società Autostrade Ligure Toscana ha già formalizzato un’offerta di 4,51 euro ad azione.

L’amministratore unico di Lucca Holding, Andrea Bortoli, con il suo staff, sta lavorando per preparare la procedura sul modello di quella espletata dalla Provincia di Lucca: l’operazione rientra nell’ambito di una serie di dismissioni di partecipazioni, che è stata approvata dal consiglio comunale a fine marzo (Leggi) e che ha già dato i primi frutti.
Sono già state infatti vendute le azioni detenute in Sat, la società dell’aeroporto Galilei di Pisa, quotata in borsa. Un’operazione finanziaria di vendita ai prezzi di mercato che ha fruttato comunque 300mila euro alle casse del Comune a soli tre giorni dalla messa in vendita. Niente a che vedere, comunque, con la vendita delle quote Salt, una partita ovviamente più sostanziosa.
Di segno opposto – ma sempre nell’ottica di una razionalizzazione e di un rilancio delle società partecipate -, è quanto si prepara per Polis. Lucca Holding sta infatti definendo la proposta d’acquisto delle quote della società, attualmente detenute dalla Camera di Commercio e dall’Associazione Industriali di Lucca. L’obiettivo è riportare la Spa sotto il completo controllo della Holding, che se tutto andrà come previsto tornerà ad essere proprietaria del 100% delle quote. Questo al fine di far diventare Polis una stu, acronimo che sta per società di trasformazione urbana e, cambiato lo statuto, rendere più snella la gestione e più precisa la mission.
Un altro capito riguarda invece il bilancio della Holding che dovrà essere approvato entro il termine del 30 giugno. Ovviamente, per avere qualche dato sul bilancio consolidato c’è da attendere l’ok ai singoli conti economici delle società partecipate, ma le previsioni lasciano sperare in circa due milioni di euro complessivi di dividendi che finiranno nelle casse comunali. L’anno scorso furono molti di più, circa tre milioni e 800mila euro, ma erano stati sommati i dividenti degli ultimi due anni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.