Quantcast

Asl 2, arriva il commissario. Polimeni sarà vice

Entrano in carica da domani (1 luglio), i tre commissari che gestiranno il passaggio dalle attuali 12 Asl alle tre nuove grandi aziende sanitarie locali (una per ciascuna Area vasta) previste dalla legge di riforma della sanità approvata dalla Regione nel marzo scorso, alla fine della precedente legislatura: un altro passo avanti nell’attuazione della riforma, dopo la nomina dei tre commissari per la programmazione di Area vasta avvenuta lo scorso 30 aprile. Il decreto firmato oggi dal presidente Enrico Rossi nomina: Paolo Morello Marchese (finora direttore generale della Asl 10 di Firenze) commissario delle aziende unità sanitarie locali afferenti all’Area vasta centro (Asl 3 di Pistoia, 4 di Prato, 10 di Firenze, 11 di Empoli); Maria Teresa De Lauretis (finora direttore generale della Asl 1 di Massa Carrara) commissario delle aziende afferenti all’Area vasta nord-ovest (Asl 1 di Massa e Carrara, 2 di Lucca, 5 di Pisa, 6 di Livorno, 12 della Versilia); Enrico Desideri (finora direttore generale della Asl 8 di Arezzo) commissario delle aziende afferenti all’Area vasta sud-est (Asl 7 di Siena, 8 di Arezzo, 9 di Grosseto). Con un analogo decreto, il presidente Rossi ha nominato anche i vicecommissari per ciascuna delle attuali 12 aziende sanitarie: per l’Asl 2 di Lucca resta Joseph Polimeni.

Restano in carica i tre commissari per la programmazione delle tre Aree vaste nominati con decreto del presidente il 30 aprile scorso: Rocco Donato Damone per l’Area vasta centro; Edoardo Michele Majno per l’Area vasta nord-ovest; Monica Piovi per l’Area vasta sud-est. I tre commissari, i 12 vicecommissari e i tre commissari per la programmazione di Area vasta decadranno tutti il 31 dicembre: dal 1 gennaio 2016 saranno infatti costituite le tre grandi nuove Asl, una per ciascuna Area vasta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.