Quantcast

Il teologo brasiliano Marcelo Barros a Lucca per parlare dell’enciclica “Laudato si'”

Il teologo brasiliano Marcelo Barros, amico fraterno di Arturo Paoli, sarà a Lucca sabato (19 settembre) per parlare dell’enciclica di Papa Francesco Laudato si’, dedicata alla cura della casa comune. L’incontro si svolgerà nell’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, alle 18 (piazza San Martino 7) per iniziativa del Fondo Documentazione Arturo Paoli della Fondazione Banca del Monte di Lucca, con la collaborazione del Centro missionario diocesano e della Rete Radié Resch di Quarrata.

La Laudato si’ porta all’attenzione temi di grande attualità, come la cura della terra, la condivisione dei beni, la giustizia e la responsabilità nei confronti dei paesi e dei popoli più poveri. Questi temi, per i quali fratel Arturo Paoli ha speso la vita, saranno commentati dal brasiliano Marcelo Barros, monaco benedettino, biblista e teologo della liberazione molto conosciuto e apprezzato in Brasile e anche in Italia. Ad introdurre l’incontro sarà il presidente della Fondazione Bml, Alberto Del Carlo. Dopo l’intervento di Barros seguirà il dialogo con i partecipanti.
Marcelo Barros è uno dei più noti biblisti brasiliani e teologo fra i più stimati a livello internazionale. Entrò nel monastero benedettino di Recife a 18 anni, fu ordinato sacerdote nel 1969 dall’arcivescovo don Helder Camara, di cui fu stretto collaboratore nella pastorale giovanile e per l’ecumenismo. Dal monastero di Recife, si trasferì in quello di Curitiba per poi fondare il Monastero dell’Annunciazione a Goias, nel centro del Brasile. Autore di molti libri tradotti anche in italiano sui temi della spiritualità, dell’ecologia, della giustizia.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Informazioni su www.fondazionebmlucca.it/fondopaoli/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.