Quantcast

Acquedotto del Nottolini, sfumano fondi per restauro foto

L’acquedotto del Nottolini resta ad allungare la lista dei “luoghi dimenticati”. Almeno fino a data da destinarsi. Non si sa più nulla, infatti, dei risultati della campagna del governo lanciata dall’ex premier Matteo Renzi che aveva annunciato la messa a disposizione di 150 milioni per ristrutturare le bellezze abbandonate del territorio. I fondi per ora sono sfumati.

A Lucca quella campagna fu sostenuta non solo da tanti cittadini ma anche dal Comune di Lucca che propose, per l’appunto l’acquedotto del Nottolini. Ma alla chiusura della raccolta delle segnalazioni online il 31 maggio scorso, tutto sembra essersi fermato e anche il sito creato ad hoc è fermo all’agosto scorso, data in cui era stato annunciato il decreto per lo stanziamento dei fondi.
Il sindaco Alessandro Tambellini è comunque fiducioso: “Il restauro e la riqualificazione del Tempietto e dell’acquedotto del Nottolini – ha spiegato interpellato sulla questione – resta una priorità e ci preme molto riuscire a portarla a compimento”.
Il problema però resta appunto quello dei fondi: “In questi anni – commenta il sindaco – abbiamo dovuto affrontare diverse altre emergenze e priorità, che era necessario e urgente risolvere. Questo ha fatto sì che il capitolo dell’acquedotto restasse indietro, ma ripeto è una questione che ci sta molto a cuore”.
Per ora altre risorse non sono attese, ma non è escluso che in futuro si possa ricorrere a qualche altro bando ad hoc.
Intanto, il Tempietto resta nel più totale degrado. Davanti alla struttura, lungo il percorso che conduce alle parole d’oro, c’è perfino un’auto abbandonata da tempo. Tanto che la vegetazione la sta lentamente avvolgendo. Il tempietto in sé è impenetrabile, circondato com’è da transenne provvisorie. E non è certo un bel biglietto da visita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.