Quantcast

Torna in piazzale Arrigoni la benedizione degli animali

Torna a Lucca, per il sesto anno consecutivo, domenica prossima (21 gennaio) alle 15, nella ricorrenza di Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali. Il rito sarà officiato dall’arcivescovo di Lucca, monsignor Italo Castellani, ai pratini di Piazzale Arrigoni, dietro al duomo di San Martino. Questa edizione, a differenza delle precedenti, è stata organizzata non solo dall’Anpana (Associazione nazionale protezione animali natura ambiente) sezione territoriale di Lucca ma anche dall’associazione Il Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna”naturalmente con la collaborazione dell’arcidiocesi di Lucca.

La benedizione è stata riportata a Lucca dai volontari di Anpana Lucca nel 2013 e, ogni anno che passa, vede aumentare sempre più il numero di persone partecipanti con i loro animali pelosi e non solo. Le associazioni organizzatrici tengono a ricordare come, al di la delle proprie convenzioni o appartenenza religiosa, sia importante la tradizione della benedizione degli animali e quanto rappresenti un passo fondamentale nel rispetto di ogni creatura vivente e nel rispetto di una convivenza armoniosa.
Si ricorda, inoltre, che gli animali dovranno essere obbligatoriamente custoditi in maniera adeguata durante il rito (i gatti nei trasportini, i cani al guinzaglio, volatili nelle gabbiette, eccetera). A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione in ricordo della benedizione degli animali 2018. Per informazioni contattare il 366.2780347 o il 338.1170611.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.