Al liceo artistico musicale un progetto per l’orientamento

Tanti stimoli, tante possibilità, tanti dubbi. Questo, in sintesi, lo stato d’animo di molti adolescenti in uscita dalle scuole superiori. Al liceo artistico Mmsicale è stato messo a sistema, dopo due anni di sperimentazione, un intervento di orientamento che indaga tutti i possibili scenari post-diploma e che fornisce strumenti utili per muoversi in vari campi.

La scaletta del progetto parla chiaro: incontri in aula volti a creare competenze (scrivere il curriculum vitae o una lettera di presentazione, simulazione di un colloquio di lavoro, sapersi orientare di fronte ad un contratto di lavoro, saper cercare sui siti occasioni di studio o lavoro in Italia, in Europa o altrove), incontri esperienziali con realtà del territorio (associazioni, enti eccetera).
Ma l’aspetto più interessante è il percorso guidato, compiuto dagli studenti, nella messa a fuoco di un loro personale percorso post-diploma. Attraverso il lavoro in gruppo, la discussione , il confronto, il supporto di counselor, i ragazzi si interrogano sulle loro aspettative, riconoscono le loro reali capacità, incrociano questo con l’offerta” e preparano un piano per il loro futuro.
Il progetto di orientamento, che si chiama InclinAzioni, un pacchetto di 30 ore pomeridiane, è condotto dalle professoresse Adriana Galuppi, Manuela Dianda e Monica Masi. Interessa 25 studenti delle classi quarte ed è realizzato con i finanziamenti del Pon Fse Inclusione sociale e lotta al disagio.

 

InclinAzioni: Progetto orientamento al Liceo Artistico Musicale. Come aiutare i ragazzi a capire le strade da scegliere dopo la maturità.

Tanti stimoli, tante possibilità, tanti dubbi. Questo, in sintesi, lo stato d’animo di molti adolescenti in uscita dalle scuole superiori. Al Liceo Artistico Musicale è stato messo a sistema , dopo 2 anni di sperimentazione, un intervento di orientamento che indaga tutti i possibili scenari post-dipoma e che fornisce strumenti utili per muoversi in vari campi.

La scaletta del progetto parla chiaro: incontri in aula volti a creare competenze (scrivere il curriculum vitae o una lettera di presentazione, simulazione di un colloquio di lavoro, sapersi orientare di fronte ad un contratto di lavoro, saper cercare sui siti occasioni di studio o lavoro in Italia, in Europa o altrove), incontri esperenziali con realtà del territorio (associazioni, enti etc).

Ma l’aspetto più interessante è il percorso guidato, compiuto dagli studenti, nella messa a fuoco di un loro personale percorso post-diploma. Attraverso il lavoro in gruppo, la discussione , il confronto, il supporto di counselor, i ragazzi si interrogano sulle loro aspettative, riconoscono le loro reali capacità, incrociano questo con l’”offerta” e preparano un “piano per il loro futuro”.

Il progetto, un pacchetto di 30h. pomeridiane, è condotto dalle prof.sse Adriana Galuppi, Manuela Dianda e Monica Masi. Interessa 25 studenti delle classi 4^ ed è realizzato con i finanziamenti del PON FSE “Inclusione sociale e lotta al disagio”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.