Quantcast

Bici vandalizzate in città, la rabbia di una residente

Bici vandalizzate all’uscita del cinema. E’ la denuncia di una signora lucchese che stigmatizza, al di là dell’episodio in sé, il degrado del centro storico cittadino. L’episodio è accaduto ieri sera (10 giugno) tra le 21 e le 23 nella centralissima via Vittorio Emanuele II dove la donna si era recata a vedere un film al cinema Moderno, insieme alla famiglia.

“All’uscita un’amara sorpresa – racconta – Le biciclette, appoggiate in strada al muro del cinema Moderno, di fronte all’ennesimo punto di ristoro di quelli che spuntano come funghi in centro, avevano subito un tentativo di furto, fallito, con evidente rabbia dei ladri/vandali che non riuscendo ad aprire i robusti lucchetti (da moto), hanno pensato bene di danneggiare quanto più possibile le suddette bici. Risultato: figlio che piangeva impaurito, stanco e dispiaciuto, le bici con fanali, razzi, cavalletti distrutti”.
“Ho chiamato la polizia – dice ancora la donna – e sono intervenute prontamente ben tre volanti. I poliziotti, gentilissimi, ci hanno aiutato ad aprire i lucchetti anch’essi danneggiati e non hanno potuto far altro che constatare il tentativo di furto e la vandalizzazione subita. Hanno chiesto in giro se qualcuno aveva visto qualcosa, ma ovviamente nessuno aveva visto o sentito niente, nemmeno l’usciere del cinema. Chissà se le telecamere avranno registrato le immagini dei vandali/ladri in azione, visto che chi scrive presenterà denuncia per tentato furto, danneggiamento e atti vandalici? Lucca non è più quella che ricordavo 15 anni fa quando me andai altrove per lavoro. L’ho ritrovata sciupata, mal curata, mal gestita, poco sicura, sporca… che corre a grandi passi nella stessa direzione di Roma. Che tristezza!”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.