Quantcast

Puccini al Summer, Bartoli: “Un successo per tutti”

“Desidero esprimere il mio apprezzamento per gli esiti dell’intero programma del Lucca Summer Festival 2018 e del concerto PucciniDay, dedicato ai 160 anni dalla nascita del grande compositore lucchese”. Esprime grande soddisfazione il presidente della Camera di Commercio Giorgio Bartoli per il grande successo riscontrato dal concerto dedicato a Giacomo Puccini sul palco del Summer Festival e diretto da Beatrice Venezi.

Bartoli ha riconosciuto che “il successo del Festival è anche dovuto alla bellezza incommensurabile della nostra città, all’impegno profuso non senza responsabilità dalle istituzioni, in primo luogo dal Comune di Lucca, dalle forze preposte all’ordine pubblico e dalla protezione civile, che operano affinché il Summer di anno in anno confermi il proprio prestigio, e al sacrificio paziente di una parte delle città”.
Le motivazioni, che hanno spinto la Camera di Commercio e Lucca Promos a sostenere nella prospettiva della campagna nazionale ed internazionale di promozione The Lands of Giacomo Puccini il concerto diretto da Beatrice Venezi, hanno trovato piena conferma nel risultato della serata. L’impeccabile conduzione del maestro, che è riuscito a trasmettere tutta la qualità della musica di Puccini secondo una nuova modalità di ascolto e di esecuzione, sostenuta dall’impegno dell’orchestra, dalla qualità dei cantanti e dalla partecipazione del coro. Indubbiamente una grande novità per la manifestazione: l’opera si è sostituita elegantemente alla musica pop-rock nel cuore della città, coinvolgendo con intensità emotiva sia gli artisti, che il pubblico come hanno testimoniato i lunghissimi applausi e la standing ovation finale.
“Il sostegno dato al concerto è stato un atto strategico nel programma della Camera di Commercio e di Lucca Promos – aggiunge Bartoli -: desidero omaggiare pubblicamente in modo ampio ed aperto lo sforzo compiuto in molti anni da tutti i soggetti, che hanno lavorato e lavorano con successo per Giacomo Puccini – un centro di ricerca scientifica di qualità internazionale; una Fondazione che gestisce un Museo dai numeri e dai servizi crescenti con innumerevoli legami nazionali ed internazionali; un Teatro che pur nelle difficoltà degli enti pubblici da anni organizza con merito i Puccini Days; un organizzatore privato che con pervicace determinazione accoglie turisti ogni giorno nel suo Festival Puccini e la sua Lucca, senza dimenticare il Festival e il Museo di Torre del Lago. Infine, voglio ricordare la grande mostra organizzata per il 160esimo anniversario dalla Fondazione Ragghianti dedicata al rapporto tra Puccini e le arti visive. Ognuno di questi soggetti affronta la propria mission rispetto alla vita, all’opera, all’estetica e alla musica di Giacomo Puccini con la propria sensibilità ed in coerenza con i propri obiettivi, ma a tutti va riconosciuto il grande merito di servire il Maestro”.
“Non resta quindi che mettersi al lavoro per il 2019 – conclude Giorgio Bartoli – portare la lirica in luoghi inconsueti, come è nello stile di Beatrice Venezi, significa avvicinarla al grande pubblico. Lavorare anche in modo distinto ma serio e reciprocamente rispettoso è il miglior modo per promuovere la città di Lucca e omaggiare il suo più grande cittadino”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.