Quantcast

Comune, 4 milioni in due anni per spese di beni e servizi

Quattro milioni per il biennio 2019-2019 per la spesa del Comune per l’acquisizione di beni e servizi. Si tratta di una nuova norma introdotta dal codice degli appalti pubblici che prevede l’indicazione della previsione di acquisizioni di beni e servisi superiori a 40mila euro.

A presentare la pratica l’assessore Giovanni Lemucchi: “Il documento si basa su due schemi tipo, l’elenco delle risorse necessarie e l’elenco degli acquisti. In concreto per redigere il programma la centrale unica di committenza ha richiesto l’elenco degli acquisti e dei servizi programmati nel biennio ai vari uffici. Una volta verificata la coerenza con le coperture sono stati inseriti nel programma biennale”. Si tratta, come ha ricordato nell’elencare l’iter della pratica la presidente della commissione bilancio, Chiara Martini, di un impegno di spesa di circa 4 milioni di euro per il biennio.
La pratica ha ottenuto il voto favorevole di 21 consiglieri di maggioranza. Non hanno votato sei rappresentanti dell’opposizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.