Pizza e ‘bolle’, nuova sfida di Tambellini a S.Frediano

Lo storico studio di fotografia Alcide in piazza San Frediano cambia forma e diventa una pizzeria di livello. Impasti particolari realizzati da pizzaioli d’esperienza e abbinati a una carta di vini e bollicine. L’annuncio arriva oggi (2 aprile) dal caffè di Santa Zita, adiacente al laboratorio fotografico, dove i fratelli Mimmo e Claudio Tosi hanno comunicato il trasferimento dello studio e la cessione dell’ex spazio all’amico e proprietario del bar, Michele Tambellini che insieme a Carmine Mariniello ha deciso di farne una pizzeria.

“Io e Gigi siamo amici fin dai banchi di scuola e ormai sono diciassette anni che facciamo questo lavoro – ha detto Michele Tambellini -. Dopo 17 anni dall’apertura della trattoria Da Gigi, a 15 anni dalla nascita della pizzeria Pomodori, dopo 12 anni di Pult e a 2 anni dalla gestione del caffè di Santa zitta ho deciso di prendere in custodia questo spazio a cui Mimmo e Claudio sono molto affezionati”. La nuova pizzeria aprirà tra la fine di giugno e l’inizio di luglio e si chiamerà Da Bonturo. “Dobbiamo trasformare il laboratorio in un locale da aprire al pubblico – continua l’imprenditore – ma lasceremo all’interno alcuni mobili e fotografie storiche. Sarà un arredamento tipico lucchese ad accompagnare una pizzeria di livello, che non significa necessariamente costosa ma piuttosto ‘astrusa’, dove gli impasti particolari saranno accompagnati da vini eccellenti. Come abbiamo dimostrato ristrutturando il locale della trattoria Da Gigi, anche il servizio e l’accoglienza sono importanti, soprattutto quando si sceglie di andare a mangiare fuori per stare bene. Motivo per cui abbiamo acquistato le licenze per mettere i tavolini in piazza e nel giardino posteriore e garantire così un’ottima serata ai clienti. La sfida è quella di tenere le persone al tavolo per due ore e prolungare così il tempo di permanenza medio per una pizza, implementandola anche con portate diverse”. “Il nome Da Bonturo è stato scelto per creare un legame con Santa Zita, quest’ultimo suggerito proprio da Mimmo – spiega Michele -. Bonturo Dati è infatti citato nell’Inferno di Dante, nello stesso canto in cui viene nominata anche la Santa di Lucca.”. Lo studio fotografico Alcide, in piazza San Frediano dal 1981 e che l’1 maggio festeggia i suoi 70 anni, si trasferirà invece in via Mazzini al civico 40. “Io e Michele, oltre a essere colleghi di lavoro siamo amici e proprio grazie a questo legame di fiducia ho deciso di rifiutare diverse offerte e lasciare il locale nelle sue ottime mani – ha detto Mimmo Tosi -. Michele è riuscito con il caffè Santa Zita ad aprire un gioiello nel cuore di Lucca ed è la persona giusta a cui lasciare l’ambiente dove sono nato e cresciuto che porta il nome di battesimo di mio padre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.