Quantcast

Quattro appuntamenti annuali con i mercatini al Foro Boario

Dai mercatini alle Giornate del riuso al Foro Boario, quattro appuntamenti annuali per dare nuova vita a vecchi beni. La giunta guidata dal sindaco Alessandro Tambellini, nella seduta di ieri (25 giugno) ha approvato i criteri con cui l’area del Foro Boario sarà utilizzata per gli eventi genericamente indicati come “mercatini”. L’amministrazione conferma questa opportunità stabilendo però una caratterizzazione più spiccata di scambio alla pari fra cittadini che vogliono cedere anche gratuitamente o scambiare beni superflui. Non più quindi manifestazioni a carattere commerciale (riservate per legge a operatori commerciali) ma vere e proprie giornate del riuso e del riciclo.

“L’amministrazione prosegue la linea di chiarezza e pianificazione sul territorio delle manifestazioni che utilizzano il suolo pubblico rendendo distinguibile lo scambio fra non professionisti dalle manifestazioni commerciali vere e proprie che sono dedicate a operatori che non possono ammettere zone di ombra o illegalità e dove deve essere garantita la leale concorrenza – afferma l’assessore al commercio Valentina Mercanti –. Non più mercatini quindi ma giornate del riuso per evitare il fenomeno sempre più dilagante dei mercati senza licenza con grave danno agli operatori regolarmente iscritti al registro delle imprese come prevede la legge. Faccio appello a chi vincerà il bando di gara affinché queste occasioni di scambio siano davvero animate dallo spirito di riutilizzo di cose delle proprie cantine e soffitte e non l’occasione per riunire ‘commercianti’ senza possesso dei titoli”.
L’organizzazione dei quattro eventi annuali sarà assegnata mediante procedura di evidenza pubblica ad un massimo di due soggetti fra quelli che hanno presentato domanda. La concessione del Foro Boario è subordinata al pagamento anticipato di 2448 euro per ogni evento che si svolgerà dalle 14 del sabato fino alle 20 della domenica.
Le date programmate per questi appuntamenti sono 5 e 6 ottobre, 9 e 10 novembre, 7 e 8 e 21 e 22 dicembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.