Premi ai lucchesi che si sono distinti all’estero

Tanti lucchesi nel mondo si sono distinti e hanno accresciuto economicamente e socialmente il loro paese di accoglienza, portando alto con sé il nome di Lucca e la sua tradizione. Per questo dal 1970, su iniziativa della Camera di Commercio e dell’associazione lucchesi nel mondo è nata l’idea di un riconoscimento a tutte le personalità che sono emerse all’estero al loro lavoro.
Si terrà venerdì (13 settembre), alle 16, nella sala Ademollo di palazzo Ducale a Lucca, la tradizionale cerimonia di premiazione dei Lucchesi che si sono distinti all’estero, presentata stamani (5 settembre), alla sede di Corte Campana, dal presidente della Camera di Commercio, Giorgio Bartoli e il presidente dell’associazione Lucchesi nel Mondo, Ilaria Del Bianco.

Come è stato sottolineato nel corso dell’incontro, il premio è il riconoscimento per quei conterranei che “operando nel campo dell’imprenditoria e del lavoro, delle professioni, della cultura e del volontariato – spiega il presidente Bartoli –  hanno contribuito alla crescita economica e sociale dei Paesi di accoglienza, tenendo alto il nome di Lucca e della sua provincia. I lucchesi nel mondo sono anche un importante punto di riferimento per le aziende del nostro territorio – afferma -. Un punto di riferimento che nasce dai vincoli che legano Lucca ai propri figli all’estero e ai loro discendenti, favorito ed alimentato dalla presenza organizzata dalle nostre comunità all’estero. Quest’anno abbiamo anche il sostegno del ministero degli Esteri”.
In questa edizione la giuria ha deciso di assegnare il premio Martinelli, riconoscimento per specifici meriti nell’ambito sociale e della solidarietà, all’artista Cristina Finucci, nata a Lucca nel 1956, originaria di Casabasciana, nel comune di Bagni di Lucca, artista, architetto e fondatrice del Garbage pacth state. Il presidente Mattarella le ha conferito l’ordine al merito della Repubblica per l’impegno artistico e ambientale. Durante la cerimonia saranno anche consegnati i premi ai vincitori del concorso a premi riservato agli allievi delle classi terminali delle Scuole secondarie di primo e secondo grado indetto da Unaie, unione nazionale delle associazioni di immigrati ed emigrati, per favorire un momento di riflessione sull’attuale spinta alla mobilità che caratterizza il Sud del mondo ed anche il nostro Paese.Riceveranno il primo premio il gruppo della classe 4 CL dell’istituto di istruzione superiore Chini Michelangelo. Inoltre, riceveranno la menzione d’onore l’alunna Emiliana Kaci del liceo artistico Passaglia e il gruppo della classe 4 Bsu dell’istituto superiore Chini Michelangelo. Il 13 settembre sarà poi una giornata molto significativa anche perché verrà inaugurato un monumento all’immigrazione
“Tredici medaglie quest’anno, di cui tre donne: un vasto ventaglio di persone, dunque – ha detto Ilaria del bianco, presidente dell’associazione Lucchesi nel mondo – che rappresentano quanto di meglio i nostri abbiano fatto all’estero. Il 14 settembre abbiamo invece il concerto al teatro del Giglio e il 15 settembre il pranzo all’hotel Guinigi. Noto anche che l’età media dei premiati si è abbassata, altro dato importante. Questi giovani possono essere frutto di nuove idee e suggerimenti per future relazioni all’estero”.
Elenco dei premiati.
James Adams Clark Jr.
, nato nel 1958 negli Stati Uniti, ora residente a Copenhagen (Danimarca), titolare del Jay M Jay, distributore in esclusiva di alcuni marchi di moda per tutti i paesi scandinavi. Paese di origine: Villa Collemandina; Gino Da’ Prato, nato nel 1961 in Scozia. Titolare del FourMarketing, azienda del settore moda, ha contribuito in modo determinante alla raccolta fondi per la costruzione dell’ospedale di Glasgow, dedicando la hall a Barga con il Barga Creee Cafè. Paese di origine: Barga; Moreno Giovannoni, nato nel 1955 a San Ginese di Compito, ora vive a Victoria (Australia). Interprete italiano / inglese per enti ed istituzioni australiane, scrittore di novelle e saggi. Ha pubblicato il suo primo libro dal titolo The Fireflies of Autumn and other tales of San Ginese (Le Lucciole d’autunno e altre novelle di S. Ginese); Raffaello Gonnella, nato in Scozia nel 1955 da genitori originari di Barga, vive a Glasgow dove ha lavorato per il dipartimento del tesoro occupandosi della formazione di oltre 10.000 dipendenti; Marcella Olivati, nata nel 1978 a San Paolo (Brasile), dove il padre di origine lucchese era emigrato. Laureata in lettere e pedagogia, ha lavorato per la scuola italiana Eugenio Montale di San Paolo. Oggi è direttrice delle attività sociali dell’associazione Lucchesi nel Mondo di San Paolo. Angelo Pagni, nato nel 1950 da genitori originari di Capannori, emigra a Chicago nel 1966 dove dopo una lunga attività di cuoco, più di 50 anni, ha aperto il famoso ristorante Sabatino di Chicago. Stefano Quilici, nato a Pozzuolo nel 1947 è emigrato a San Francisco in California nel 1969 dove ha aperto un’impresa di pulizie, tra i clienti anche la United Airlines. Impegnato nel sociale insieme alla famiglia è stato coinvolto nell’associazione Lucchesi nel mondo di San Francisco dal 1977. Thekla Reuten, è nata nel 1975 ad Amsterdam, dove ancora vive. I suoi nonni erano di Bagni di Lucca. Oggi è un’attrice di fama internazionale. Ha interpretato numerosi film e spettacoli teatrali, ricordiamo il film Assolutamente famosi del 2000 e Twin Sisters del 2002, entrambi candidati all’Oscar come miglior film straniero. Ada Santi Marinelli, nata nel 1942 a Pian della Rocca nel comune di Borgo a Mozzano, nel 1953 emigra a Washington Dc (Stati Uniti), dove con il marito aprì il ristorante Rudy’s Pizza nel Maryland ed ha insegnato la cucina italiana tradizionale. Oggi è impegnata nel sociale con l’associazione Lucchesi nel mondo di Washington. Michelangelo F. Stefani, la sua famiglia era originaria di Lucca, si è laureato a Washington Dc ed oggi vive nel Lussemburgo, dove è avvocato. È vice presidente del Legal international hologic. Carlo Suffredini, originario di Camporgiano, vive a Siviglia, dove, dopo esser stato general manager di numerosi hotel di lusso in Spagna oggi dirige l’Hotel Alfonso tredicesimo. Pier Luigi Vitalini, nato a Spianate Altopascio nel 1942, oggi vive nelle Filippine dove è un imprenditore internazionale di successo, oltre ad essere un profondo conoscitore della storia della Magione del Tau. È stato insignito del titolo di Cavaliere oltre ad altre numerose onorificenze.

Rebecca Del Carlo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.