Rivoluzione in centro: Ztl in via Elisa che sarà a senso unico. Nuovi parcheggi, riapre ai residenti parte dell’ex Lorenzini

Confermata la razionalizzazione in piazza S. Maria: varco in via Buiamonti. Ma il piano preoccupa i commercianti

Senso unico in via Elisa e arretramento della zona a traffico limitato, riorganizzazione di piazza Santa Maria e varco in via Buiamonti. Sono alcune delle novità del piano della mobilità e della sosta in centro storico, illustrate dall’amministrazione comunale che adesso apre la fase delle osservazioni che scadrà il prossimo 24 gennaio.

Dopo l’appuntamento con i residenti nel mese di dicembre, oggi le proposte dell’amministrazione comunale per il piano di dettaglio della mobilità e della sosta del centro storico sono state presentate in tre diversi incontri ai corrieri, alle categorie economiche e alla commissione centro storico di Confcommercio.
A illustrare le linee principali del documento è stato l’assessore alla mobilità Gabriele Bove, insieme agli assessori al traffico Celestino Marchini e allo sviluppo economico Valentina Mercanti. Grande preoccupazione è stata espressa dai commercianti.

Accessi al centro

Per quanto riguarda l’accessibilità, le principali novità riguardano l’area di Porta Santa Maria e quella di Porta Elisa.

L’amministrazione prevede infatti di realizzare nel 2020 la nuova rotatoria a Porta San Iacopo, eliminando il semaforo e rendendo quindi più fluida la circolazione attorno alle Mura urbane. A quel punto è in programma l’istituzione della Ztl in via Buiamonti, che oggi viene utilizzata impropriamente dagli automobilisti come viabilità alternativa alla circonvallazione. In Santa Maria sarà creata un’unica area dedicata alla sosta nella parte sinistra (per chi entra in città) della piazza, mentre a destra si intende realizzare una zona pedonale per l’accesso al centro senza più interferenze con il traffico veicolare. A Porta Elisa è prevista l’eliminazione del semaforo e la trasformazione della strada a senso unico in entrata. Verrà arretrata la Ztl di circa 50 metri, dall’incrocio con via del Fosso all’altezza dell’incrocio con via Santa Chiara. Questo consentirà di razionalizzare il traffico e la sosta in via del Fosso, rendendo più sicura la circolazione sia per i mezzi che per i pedoni.

I parcheggi

Sul fronte dei parcheggi, l’amministrazione renderà più fruibile la parte interna del parcheggio della Cittadella, in modo che possa avere un utilizzo maggiore e avvierà uno studio di fattibilità per realizzare nuovi parcheggi (in centro storico, fuori Porta Santa Maria e fuori Porta San Pietro). I residenti potranno parcheggiare come adesso negli stalli blu dopo le 19 e fino alle 9 di mattina. Avranno in più la possibilità di parcheggiare tutto il giorno al Palatucci e al Carducci. E’ inoltre prevista una parziale riapertura del parcheggio all’ex caserma Lorenzini.

Accessi per i residenti

Sul fronte dei permessi per l’accesso alla Ztl, per i residenti non ci saranno modifiche significative. Per loro, come per gli anziani non autosufficienti, i dimoranti e le famiglie che portano i figli a scuola in centro storico, è prevista un’ampia accessibilità, con le attuali differenziazioni previste fra Zona A (pedonale) e B. Sono previste invece differenze sulle tariffe, che andranno a premiare i mezzi meno inquinanti. Per le altre categorie di permessi relativi a imprese di servizio, artigiani e distribuzione delle merci, l’amministrazione ha presentato una proposta che intende andare a regolamentare in modo più stringente il flusso di mezzi che ogni giorno circolano all’interno del centro storico, in particolare nell’area pedonale. Per raggiungere questo obbiettivo, l’ipotesi emersa dagli incontri con i corrieri e le categorie economiche è quella di differenziare le fasce orarie di accesso fra la zona A pedonale, dove dovranno essere più restrittive, e la Zona B, dove potranno esserci margini temporali più ampi. Un’altra differenziazione dovrà invece riguardare la tipologia delle merci.

Le osservazioni al piano

Dopo questa fase di confronto, con oltre dieci incontri tenuti dall’amministrazione comunale sia con i cittadini che con le associazioni di categoria, tutti gli interessati potranno presentare i propri suggerimenti e osservazioni al Piano di dettaglio entro le 12 di venerdì 24 gennaio. Tutti i contributi saranno esaminati per la stesura definitiva del Piano che verrà approvato dall’amministrazione comunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.