Via a Palazzo Ducale alle celebrazioni per i 950 anni della cattedrale

Conferenza con il cardinale Gualtiero Bassetti e lo storico Franco Cardini

Sabato (18 gennaio) 16,30 a Palazzo Ducale, il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, e lo storico Franco Cardini, professore emerito all’istituto di scienze umane Sns Pisa, intervengono su 1070-2020 storia e vita di una cattedrale.

In questo 2020 si celebrano infatti i 950 anni della dedicazione della cattedrale di Lucca. Il 6 ottobre 1070 Alessandro II, che durante l’episcopato nella nostra città era stato eletto papa, alla presenza di numerosi prelati e personalità consacrò la nuova cattedrale che aveva fatto ricostruire essendo l’antica, del sesto secolo, in cattive condizioni.

In seguito la cattedrale di Alessandro II che era in stile romanico ha avuto vari sviluppi che l’hanno ampliata e arricchita di elementi gotici, così come oggi ci è dato di vederla.

La ricorrenza dei 950 anni non poteva passare sotto silenzio per il significato che una cattedrale riveste in una città. Anzitutto per i cristiani, perché con la sua semplice presenza evoca le radici della fede in un territorio, rappresenta la storia della presenza cristiana nella nostra terra e nello stesso tempo continua ad essere il segno dell’unità della chiesa locale che si raduna intorno al vescovo che qui ha la sua cattedra.

Questo anniversario però non riguarda solo i cristiani perché la cattedrale e la città sono indissociabili essendo legate l’una all’altra in una appartenenza reciproca perché eventi della città sono passati dalla cattedrale come il messaggio cristiano è entrato nella città. A prova di questa storia condivisa basta ricordare due particolari impressi nel marmo: nel portico c’è la lapide che riguarda il commercio e nel transetto sinistro si trova l’altare della libertà voluto dalla Repubblica lucchese per ricordare la liberazione dal giogo pisano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.