S. Vito, la piazza della chiesa intitolata alle vittime dell’immigrazione

Sabato è prevista l'inaugurazione con le autorità

La piazza della chiesa di San Vito sarà intitolata alle vittime dell’immigrazione. Una richiesta avanzata dalla parrocchia del quartiere e condivisa da cittadini che è stata accolta con entusiasmo dall’amministrazione comunale e sostenuta dall’associazione Il tondo, dall’ufficio Migrantes, dal centro per la cooperazione missionaria e dalla Caritas dell’arcidiocesi di Lucca. La cerimonia si terrà sabato (25 gennaio) alle 12.

“La parrocchia di San Vito – si legge nella lettera che don Piero Ciardella ha inviato all’amministrazione comunale – accogliendo la provocazione di Papa Francesco che a Lampedusa ha detto che oggi abbiamo perso il senso della responsabilità fraterna, intende rendere omaggio a tutti coloro che sono morti nella ricerca di una terra dove poter vivere con dignità, ricordandoli non con un nome ma con un’idea: l’idea che siamo tutti uomini, pellegrini su questa terra e che la morte di ognuno ha valore e la dignità di essere celebrata”.

Alla cerimonia, deliberata dalla giunta comunale nel solco delle iniziative promosse in tutta Italia in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, parteciperanno il sindaco Alessandro Tambellini, l’arcivescovo Paolo Giulietti, il prefetto Francesco Esposito e il questore Maurizio Dalle Mura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.