Il taxi? A Lucca e Viareggio si prenota con l’App

Una soluzione giovane e smart ideata per richiedere un taxi con la massima semplicità ovunque tu ti trovi. Cosa ti serve? Solo il tuo smartphone

Da oggi per prenotare un taxi basterà un clic. AppTaxi è infatti la soluzione giovane e smart ideata per richiedere un taxi con la massima semplicità ovunque tu ti trovi. Cosa ti serve? Solo il tuo smartphone. Già utilizzata in grandi città come Roma e Milano, adesso sbarca anche a Lucca e Viareggio. La nostra città ha a disposizione 25 macchine, di cui 24 hanno aderito al progetto. A Viareggio invece, 30 taxisti hanno aderito al progetto di 35 totali.

Su AppTaxi si paga con carta Mastercard o Visa, ma anche direttamente al conducente. Per chi preferisce chiamare una corsa in modo tradizionale, AppTaxi consente anche di contattare la centrale anche via telefono con un tap.

Il nuovo servizio è stato presentato stamani (4 febbraio), a palazzo Orsetti, dagli assessori Valentina Mercanti per il Comune di Lucca e Patrizia Lombardi per il Comune di Viareggio, il direttore di Cna Lucca, Stephano Tesi, il presidente del Consorzio Taxi Lucca, Stefano Capperoni, il vice presidente Amedeo Di Bello, il presidente di Co.Ve.Tax Viareggio, Alviano Checchi e il direttore di appTaxi, Massimo Mancinelli.

Favorire l’innovazione tecnologica e incentivare il turismo, sono questi gli obiettivi della nuova App, come sottolineano gli assessori Mercanti e Lombardi: “Il taxi è un mezzo di trasporto pubblico, che potrà permettere di alleggerire il traffico e offrire ai turisti una soluzione più smart. Siamo orgogliose di questa collaborazione con le categorie”.

“Da molti anni siamo presenti nella realtà del Comune di Lucca – ha aggiunto il presidente del Consorzio Tassisti lucchesi consorziati, Stefano Capperoni – . Siamo molto attenti ai cambiamenti, alle diverse esigenze degli utenti e delle aziende che utilizzano il servizio Radiotaxi e da qui è partita l’esigenza di aggiornare e riprogettare il sistema precedentemente in uso. L’introduzione dell’App agevola la chiamata per i turisti, ma non solo, in quanto geolocalizza la chiamata e la indirizza al tassista, così da non dover cercare il nome della via e quant’altro, risparmiando tempo e fornendo la reale posizione al tassista. Tutto questo si lega ad una costante e fattiva collaborazione con l’amministrazione comunale, in particolare con l’assessore Mercanti, e con le varie categorie. Siamo infatti sempre disponibili ad un confronto per introdurre nuove tecnologie che, nel rispetto delle normative che regolano il servizio, possano renderlo di più semplice utilizzo”.

Un nuovo inizio anche per Massimo Mancinelli, direttore generale di AppTaxi: “Il nostro obiettivo futuro è quell di riuscire a collegare tutta la Versilia. Abbiamo partner molto importanti, come ad esempio Italo e Millemiglia e abbiamo anche studiato un progetto di intelligenza artificiale con Samsung, Bixbi, a cui basta un semplice comando vocale per richiedere e ricevere un taxi. AppTaxi contiene anche una mini App cinese, completamente in lingua cinese, dedicata al turista”.

“Strumento tecnologico, adatto anche ai più giovani, pratici di smartphone e nuova opportunità per il turismo”, conclude Alvano Checchi, presidente di Co.Ve.Tax Viareggio seguito dall’interesse della Cna di Lucca. “La Cna ha seguito con grande interesse l’attuazione della nuova App Taxi che prenderà il via sui Comuni di Lucca e di Viareggio. Si tratta di uno strumento importante – dice il direttore Stephano Tesi -, che migliora e aumenta l’efficienza e la risposta di un servizio pubblico a disposizione sia di turisti, sia dei cittadini del nostro territorio. Siamo contenti che questa operazione abbia trovato approvazione e sostegno ai massimi livelli dei nostri enti pubblici, a dimostrazione di un ottimo lavoro di collaborazione e coordinamento fra le associazioni di categoria come la nostra ed i due Comuni interessati“.

AppTaxi è disponibile gratuitamente su AppStore e GooglePlay.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.