Rifiuti, Bonturi: “Consani si decida: troppe multe o pochi controlli?”

L'invito del consigliere a far chiarezza sulle dichiarazioni dell'oposizione

Proprio questa mattina (20 febbraio) la consigliera dell’opposizione Cristina Consani aveva denunciato, su segnalazione dei cittadini, l’abbandono di batterie e rifiuti ingombranti sul parco fluviale del Serchio, chiedendo all’amministrazione di aumentare i controlli per evitare il verificarsi di questi atti incivili. Non si è fatta attendere la replica del capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale Renato Bonturi, che ha sottolineato come l’opposizione avesse solo un paio di settimane fa, denunciato il raddoppio numerico delle sanzioni sui rifiuti.

“Sdoppiamento della personalità politica o semplice confusione mentale? Nel giro di due settimane i consiglieri di Siamo Lucca sono in grado di affermare che l’amministrazione comunale fa troppe multe per i rifiuti e poi l’esatto contrario, ossia che il Comune non fa abbastanza controlli sui rifiuti abbandonati – replica il consigliere -. O in Consiglio siedono due persone che si chiamano Cristina Consani oppure è opportuno che la consigliera si metta d’accordo con se stessa. Mentre il 6 febbraio tuonava assieme ai suoi colleghi di gruppo contro il raddoppio numerico delle sanzioni sui rifiuti, oggi 20 febbraio dichiara che ‘Ci vogliono decisamente più controlli’. Questo la dice lunga sulla consistenza politica di un gruppo consiliare che imposta il suo programma sui titoli di giornale ottenuti. L’amministrazione comunale sta lavorando in modo serio e costante sul controllo del territorio e in particolar modo contro l’abbandono dei rifiuti, peraltro con risultati positivi. Ogni tanto la minoranza farebbe bene a tenere a freno la smania di apparire sui giornali per evitare questi effetti ridicoli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.