Altri maestri depennati dalle graduatorie

Effetto di una sentenza del Consiglio di stato sui docenti con diploma magistrale conseguito prima del 2001-2002

Altri maestri depennati dalle graduatorie scolastiche ad esaurimento e dalla prima fascia per effetto delle sentenze sui ricorsi presentati dai docenti che si sono diplomati all’istituto magistrale prima dell’anno scolastico 2001/2002.

Dopo una raffica di cancellazioni dovute alla sentenza del Tar del Lazio del 13 settembre scorso, negli ultimi giorni l’ufficio scolastico provinciale di Lucca ha dovuto cancellare altri quattro insegnanti dalle Gae, per effetto di una sentenza giunta al Consiglio di stato. Tra le quattro posizioni interessante c’è anche una insegnante che era entrata di ruolo nel settembre 2017.

Questi docenti completeranno il loro incarico mutando il contratto, fino alla fine dell’anno scolastico, poi saranno inseriti nelle graduatorie di terza fascia.

La sentenza del Tar aveva provocato una raffica di depennamenti e per molti un passaggio dal ruolo alla precarietà, conseguente anche alle indicazioni date dal ministero, in fase di conversione del decreti legge 126 del 29 ottobre scorso, che ha fornito le linee guida da assumere agli uffici scolastici in questi casi specifici di contenzioso con il personale docente.

A Lucca l’esercito dei depennati dalle graduatorie a esaurimento e da quelle di prima fascia per effetto della sentenza è “affollato”: il provvedimento riguarda in totale 128 maestri, 21 dei quali avevano ottenuto nelle scorse annualità l’incarico di ruolo. Adesso si vedranno mutare tutti il contratto fino al prossimo 30 giugno, da tempo indeterminato a determinato – quelli entrati in ruolo -. Tutti gli altri termineranno l’incarico e poi saranno inseriti nelle graduatorie di seconda fascia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.