I massoni donano oltre 350 mascherine al San Luca

Serviranno al personale dei reparti e del pronto soccorso

I Massoni delle logge lucchesi riunite nell’Oriente di Lucca e Barga hanno donato  all’Asl locale oltre 350 mascherine ffp2 Antivirus, da utilizzare per le esigenze dell’ospedale di Lucca, del suo pronto soccorso e del suo reparto rianimazione, i cui operatori sono alle prese con l’emergenza della pandemia del Covid19.

Gli stessi Massoni intendono ringraziare “l’opera generosa e preziosa di tutti i medici ed infermieri, di tutto il personale sanitario e – si legge in una nota – di  tutti i volontari che strenuamente, con sprezzo del pericolo, sono alle prese con questa sfida epocale che costringerà la società a ripensare il  suo modello di vita“.

“Mai come ora – spiegano – è opportuno stringerci in coesione sociale, ricordando quei suggestivi versi del poeta inglese John Donne (1573-1651): ‘Nessun uomo è un’Isola, intero in se stesso. Ogni uomo è un pezzo del Continente, una parte della Terra. Se una zolla viene portata dall’onda del mare l’Europa ne è diminuita, come se un pro­montorio fosse stato al suo posto, o una magione amica, o la sua stes­sa casa. Ogni morte di uomo mi diminuisce, perché io partecipo all’umanità. E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana. Essa suona per te’”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.