Quantcast

Lucca, un Primo Maggio in ricordo di Rocco Alberti

L'iniziativa dei sindacati che ricordano l'operaio edile morto a Sesto di Moriano

Sarà un Primo Maggio nel ricordo Rocco Alberti, operaio edile morto in un infortunio a fine gennaio del 2002 mentre lavorava alla realizzazione della variante di Sesto di Moriano.

E’ questa l’iniziativa di Cgil, Cisl e Uil di Lucca insieme ai pensionati delle tre sigle sindacali: non potendo fare manifestazioni pubbliche come tutti gli anni e in un momento così difficile per il nostro paese vogliono comunque dare il giusto senso alla giornata del lavoro e dei lavoratori.

Lo faranno esponendo le proprie bandiere al monumento che ricorda Rocco Alberti, operaio edile, morto nel ribaltamento del mezzo sul quale lavorava alla realizzazione della variante di Sesto di Moriano, in una fredda giornata di fine gennaio del 2002.

“Rocco – si legge in una nota – era un trasfertista, uno di quei lavoratori che uniscono alla fatica quotidiana, anche il disagio di lunghi periodi di lontananza dalla propria famiglia. Ricordare Rocco serve a ribadire, anche il primo maggio, l’importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro. Per questo il lavoro che Cgil, Cisl, Uil stanno facendo, anche in questi giorni di coronavirus, per una ripresa delle attività produttive con le necessarie garanzie per la salute e la sicurezza, è prezioso. Un paese civile deve considerare centrale il valore del lavoro e dei lavoratori. Il primo maggio ce lo ricorda ogni anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.