Quantcast

Piazza Napoleone, via la ceppa del platano abbattuto

Interventi anche sui cipressi a Mutigliano: ne saranno abbattuti 11

Partiranno domattina (13 maggio) i lavori di rimozione di una delle ceppe dei due platani abbattuti lo scorso anno in piazza Napoleone. In particolare sarà definitivamente asportata la ceppa devitalizzata dell’esemplare colpito dal cancro colorato (quello più a sud). I tempi della rimozione sono stati concordati con il Servizio fitosanitario regionale in stretta osservanza della normativa che esige tempistiche ben definite volte alla più accurata profilassi per evitare il diffondersi alle altre piante vicine del temibile patogeno Ceratocystis platani.

Per questo motivo la seconda ceppa ancora vitale non sarà momentaneamente rimossa rimandando questo intervento a una fase successiva. Anche la collocazione dei nuovi esemplari in sostituzione potrà essere condotta solo quando ci sarà la certezza della salubrità del terreno. Una sostituzione affrettata potrebbe infatti condannare le nuove piante – anche quelle selezionate per essere resistenti al patogeno – ad infettarsi alimentando il focolaio e mettendo di nuovo in pericolo gli alberi vicini.

Dopo una fase di studio, è iniziato inoltre un intervento sui filari di cipressi a Mutigliano in via Onacrog, via di Mutigliano e via delle Foreste. Undici piante andranno abbattute perché secche o gravemente malate e irrecuperabili. Gli altri 52 esemplari saranno ripuliti dal secco e quelli attaccati da malattie fungine saranno sottoposti a cure endoterapiche, alcuni cipressi saranno sottoposti ad accertamenti più approfonditi.

Gli interventi messi in cantiere sono volti a tutelare la sicurezza delle strade ma anche alla salvaguardia paesaggistica di questa zona della campagna lucchese per questo l’amministrazione provvederà a inserire questa zona nei programmi di piantagione di nuovi alberi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.