Scuole, congelato il taglio delle cattedre

Il direttore dell'Ust regionale si impegna a sventare il ridimensionamento dell'organico

A Lucca e provincia si temeva un taglio di ben 43 docenze ma il taglio sembra congelato. Almeno per il momento. Una buona notizia confermata dall’assessore all’istruzione e formazione Cristina Grieco al termine dell’incontro di oggi (3 giugno) con i sindacati di categoria e il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Ernesto Pellecchia, che si è impegnato a scongiurare il ridimensionamento di organico.

“L’impegno da parte dell’Ufficio scolastico regionale di reperire risorse per evitare il taglio di 118 posti di personale docente a rischio è un risultato che accolgo con soddisfazione e che mi lascia sperare in proposte risolutive anche in riferimento ad altre problematiche che preoccupano il mondo della scuola, viste le linee guida nazionali anti Covid, che dovranno essere rispettate ad apertura del nuovo anno scolastico, a settembre. Le istituzioni scolastiche non possono essere lasciate sole. Al personale scolastico, di vario ordine e grado, va tutto il nostro massimo sostegno. Da loro dipende la qualità dell’istruzione dei nostri ragazzi, su cui investono le famiglie per garantire loro un futuro migliore”.

Riguardo al numero dei dirigenti scolastici e dei funzionari amministrativi attualmente in servizio negli istituti scolastici toscani, le parti hanno condiviso, inoltre, l’impegno di congelare qualsiasi eventuale intervento di riduzione delle autonomie scolastiche, considerando che la Toscana è una delle regioni con il rapporto più basso tra autonomie scolastiche e numero di scuole.

Queste e altre tematiche, e gli indirizzi del Decreto Scuola, saranno affrontati nel corso di un incontro, che si terrà domani 4 giugno, tra la Conferenza delle Regioni, cui parteciperà l’assessore Grieco, e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.