Ultima campanella, il Comune offre spazi a allievi e famiglie per i saluti

Il messaggio del sindaco Tambellini: "Ringrazio chi si è impegnato in questi mesi difficili"

Il sindaco Alessandro Tambellini ha preso a cuore le richieste di docenti e genitori affinché fosse possibile realizzare un momento di saluto per le allieve e gli allievi e delle classi terminali degli istituti comprensivi con i rispettivi insegnanti. La brusca interruzione delle attività scolastiche ha infatti obbligato tutti dal 5 di marzo in poi a incontrarsi solo in modalità telematica.

“Ringrazio i dirigenti scolastici, i docenti, i genitori che in questi mesi si sono adoperati con grande impegno, passione e determinazione a mantenere le relazioni e a proseguire le attività didattiche attraverso i vari mezzi tecnologici a disposizione – afferma il sindaco Tambellini -. La loro tenacia, la capacità di affrontare le difficoltà, le competenze che hanno mostrato e rafforzato in queste settimane hanno permesso alle comunità scolastiche di proseguire nelle relazioni  e di assicurare una prosecuzione dei percorsi di apprendimento. La possibilità di ritrovarsi in un incontro che concluda questo percorso lo rende ancora più significativo e permette di esprimere un saluto per chi dal prossimo anno si troverà in una scuola diversa con nuovi compagni e insegnanti”.

Il sindaco pertanto mette a disposizione gli spazi all’aperto della città per ospitare incontri fra genitori, allievi e allieve e insegnanti.

Le classi interessate potranno inviare una richiesta all’indirizzo email  sindaco@comune.lucca.it indicando in numero dei partecipanti, un recapito telefonico di un referente a cui poter inviare comunicazioni tempestive. Gli incontri potranno essere inseriti in un calendario che si snoderà per appuntamenti tra il 6 e il 10 giugno sulla base delle richieste che dovranno pervenire entro venerdì (5 giugno) alle 13.

Gli incontri saranno autogestiti sulla base di accordi tra docenti e genitori. L’amministrazione ricorda che non si configurano come attività didattiche, non coinvolgono in alcun modo gli istituti scolastici e saranno possibili solo sulla base di una scelta del tutto libera e assolutamente volontaria dei partecipanti (genitori, docenti e alunni). I genitori saranno tenuti ad accompagnare i bambini, le ragazze e ragazzi, e a garantire il rispetto delle norme di distanziamento spaziale e di uso delle mascherine di protezione individuali per sé e per i propri figli.

I luoghi messi a disposizione saranno Villa Bottini, l’Orto Botanico, il Giardino degli Osservanti, il Parco fluviale e le Mura urbane. L’amministrazione ringrazia le associazioni di Protezione Civile che consentiranno la realizzazione di questi incontri favorendo gli spostamenti e aiutando a rispettare le norme previste sui distanziamenti e l’uso di mascherine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.