Virus e spazio pubblico, il questionario ‘Lucca, come va?’ al centro di un live talk

L'assessore all'urbanistica Serena Mammini sarà ospite di 'Siamo Qua', una tavola rotonda online organizzata dal Comune di Reggio Emilia

Il questionario Lucca, come va? sarà al centro di un live talk organizzato dal Comune di Reggio Emilia che, per primo, ha lanciato la campagna di ascolto online per registrare i cambiamenti nel vivere quartieri, paesi e frazioni durante la pandemia. Un progetto aperto e condiviso con licenza creative commons che ha trovato sponda nella sensibilità di altri Comuni, come Rimini, Cesena e Lucca – unica realtà toscana ad aver aderito e rilanciato.

L’appuntamento è per domani (1 luglio) alle 18, in streaming sulla pagina Facebook del Comune di Reggio Emilia (clicca qui) o sul canale YouTube (clicca qui), quando i Comuni capoluogo che hanno partecipato all’indagine si confronteranno nel primo incontro online Siamo Qua. La diretta sarà condivisa anche sulla pagina Facebook La Casa della Città (clicca qui), spazio social di partecipazione verso il piano operativo, lo strumento che dal 2014, in Toscana, ha preso il posto del ‘vecchio’ regolamento urbanistico.

L’assessore all’urbanistica Serena Mammini, che ha creduto da subito nel progetto, porterà l’esperienza lucchese in questo percorso di dialogo tra amministrazioni e istituzioni territoriali diverse, per fare il punto sui risultati emersi – che, per Lucca, come va?, sono ancora parziali. Il questionario, infatti, conta al momento 860 partecipanti e rimarrà aperto – salvo eventuali proroghe – fino all’11 luglio.

Gli interessati possono ancora rispondere alle domande poste dall’indagine, priva di valore statistico ma svolta con l’obiettivo di mappare i nuovi bisogni emersi con il lockdown. In particolare le domande si concentrano sulle mutate modalità di acquisto, sulla qualità dell’abitare, sull’utilizzo del digitale e sulla relazione con gli spazi pubblici offerti dal quartiere, dal paese o dalla frazione in cui il cittadino vive. Per partecipare si può cliccare qui.

Insieme a Serena Mammini ci saranno Lanfranco De Franco, assessore alla partecipazione, ai laboratori cittadini e alla cura dei quartieri del Comune di Reggio Emilia, Cristina Mazzoni, assessore all’urbanistica di Cesena e Valentina Ridolfi, direttrice del piano strategico di Rimini.

Sarà l’occasione per fare il punto sulle risposte finora ricevute e sulle mancanze che hanno caratterizzato di più la fase di emergenza. Ma anche sulle difficoltà incontrate nel conciliare tempi di vita e di lavoro all’interno dello spazio domestico e sulle relazioni di vicinato, in molti casi riscoperte. La politica si confronterà sull’importanza delle località di campagna, che a Reggio Emilia si sono rivelate molto apprezzate durante la fase 1, e sulle sfide – percepite come urgenti – per la salvaguardia dell’ambiente, la qualità dell’aria e del disegno urbano. Necessità che, stando al questionario Reggio Emilia, come va?, sarebbero percepite dai cittadini come prioritarie, al pari del sostegno economico a famiglie e imprese.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.