Stop allo spreco d’acqua potabile nelle frazioni collinari

Ordinanza del Comune per tutelare la risorsa d'estate: no a riempimento piscine, lavaggio auto e l'utilizzo per innaffiare orti e giardini

Per tutelare le riserve idriche durante il periodo estivo, l’amministrazione comunale ha emanato un’ordinanza che da oggi (3 luglio) vieta l’uso e il consumo di acqua potabile per le attività non strettamente necessarie, ossia tutti gli usi diversi da quelli igienici e domestici.

È vietato per esempio l’uso dell’acqua della rete per lavaggio auto, per annaffiare orti e giardini o riempire piscine nelle frazioni di Deccio di Brancoli, Tramonte, Ciciana, S. Pancrazio, Palmata, Ombreglio di Brancoli, S. Maria del Giudice, Arsina, S. Stefano di Moriano, S. Michele di Moriano, S. Lorenzo di Moriano e Mammoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.