Riapre il mercatino dei libri usati

Torna il servizio nonostante l'emergenza coronavirus

Cerimonia di inaugurazione lunedì (20 luglio), alle 15 per il mercatino dei libri usati 2020, giunto alla sua dodicesima edizione e allestito al Cantiere Giovani, in via del Brennero a Lucca che viene realizzato dall’associazione Comitato studenti per il Diritto allo studio 2008, assieme alla Provincia, ai Comuni di Lucca e Capannori e grazie al contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca.

A partire già da martedì 21 e fino al 15 settembre, quindi, sarà possibile usufruire di questo importante e oramai consolidato servizio che, anno dopo anno, si è attestato come punto di riferimento delle famiglie.

“Nonostante l’emergenza covid-19 che ha reso tutto molto più difficile – commenta la consigliera provinciale alle Rete scolastica, Maria Teresa Leone – siamo riusciti anche quest’anno a organizzare il mercatino dei libri usati. Un risultato non così scontato, ma che siamo veramente felici di poter annunciare, perché il Mercatino organizzato dal comitato studenti per il diritto allo studio 2008 rappresenta una realtà importante per molte famiglie lucchesi, andando a dare un aiuto concreto per affrontare le spese non indifferenti legate alla dotazione dei testi di studio p. Per questo, come Provincia, ci siamo impegnati, affinché fosse possibile, anche in questo periodo non semplice, aprire e rendere fruibile il Mercatino nella sede del Cantiere Giovani“.

“La nostra associazione – afferma il presidente del comitato studenti per i diritti allo studio 2008, Andrea Lazzari – porta avanti da 12 anni un progetto che, storicamente, è iniziato con l’occupazione di Villa Bottini a fine Anni Settata. Siamo tutti ragazzi volontari, noi ‘anziani’ ci occupiamo dell’organizzazione, coadiuvati da molti ragazzi che ci aiutano nelle attività di scambio, catalogazione e vendita. Quello che da anni organizziamo, è un servizio molto apprezzato dalle famiglie, infatti, non solo possono acquistare a metà prezzo i libri di testo, ma possono anche trarre un ricavo dai libri venduti e che ci avevano consegnato. Noi, infatti, non tratteniamo alcuna commissione o percentuale. Il nostro è un servizio di volontariato, poiché l’accesso all’istruzione è un diritto inalienabile. Siamo convinti – dice – che, quest’anno, il nostro progetto abbia una validità ancora maggiore, a seguito delle difficoltà economiche in cui molte famiglie si sono trovate, a causa della pandemia da Covid-19″. Lazzari conclude ringraziando «le istituzioni che hanno patrocinato il progetto, in particolare la Provincia di Lucca che ha messo a disposizione gli spazi del Cantiere Giovani e la Fondazione Cr Lucca che, grazie al bando per le Associazioni, ha contribuito alla realizzazione dell’iniziativa”.

Come funziona – Dal 21 luglio, quindi, si potrà accedere al Mercatino, ma esclusivamente per consegnare i libri da vendere. Per poter anche acquistare i testi scolastici, invece, si dovrà attendere il 27 luglio. «Quest’anno – spiegano gli organizzatori – per garantire la sicurezza ed evitare tempi di attesa prolungati, sarà necessario prenotare un appuntamento, che sarà gestito esclusivamente on line, attraverso il sito www.mercatinolibri.org.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.