Servizio idrico, bando per le agevolazioni tariffarie

Via libera alle richieste di contributo

Ecco il bando con il quale le famiglie lucchesi meno abbienti potranno richiedere anche quest’anno le agevolazioni sulla tariffa del servizio idrico integrato. Geal ha confermato anche per il 2020 uno stanziamento pari a 75.000 euro e, sulla base di una convenzione con il Comune di Lucca, i fondi andranno a sostegno dei cittadini residenti nel territorio comunale e verranno assegnati tramite un bando gestito congiuntamente dal Comune e da Geal. Si tratta di una misura locale che si aggiunge al bonus sociale idrico nazionale, che presenta dei requisiti più stringenti ed è diretto alle situazioni di maggior disagio.

“L’amministrazione e Geal rinnovano anche per il 2020 l’impegno su questa misura di sostegno ai nuclei familiari che vivono in condizioni economiche svantaggiate – spiegano l’assessora al sociale del Comune di Lucca, Valeria Giglioli e il presidente di Geal, Giulio Sensi –. Le famiglie che fanno richiesta al Comune per ottenere l’agevolazione sulla tariffa dell’acqua stanno progressivamente aumentando e quest’anno è ancora più importante essere presenti e fornire strumenti utili per ripartire, soprattutto ai cittadini e alle cittadine che hanno subito in maniera grave il contraccolpo del periodo di lockdown legato all’emergenza Covid-19. Grazie al bando che da anni viene gestito congiuntamente da Geal e dall’amministrazione comunale, finora siamo riusciti ad andare incontro a tutte le richieste che presentavano i requisiti necessari e contiamo di proseguire in questa direzione”.

Cosa prevede il bonus idrico locale. Per i nuclei familiari fino a due componenti il contributo sarà di 60 euro. Salirà a 75 per tre e quattro componenti, a 85 per cinque o sei e a 90 euro oltre i sei componenti. Potranno accedere al bonus acqua i residenti con utenze domestiche nell’abitazione di residenza che abbiano un Isee ordinario riferito al nucleo familiare non superiore a 17.340 euro; per i nuclei familiari con almeno quattro figli a carico l’Isee non deve superare i 20.000 euro. Al termine delle operazioni legate al bando, il Comune trasmetterà a Geal la graduatoria degli aventi diritto e la società provvederà ad erogare il rimborso. I fondi non utilizzati saranno ripartiti in modo proporzionale, in base ai componenti del nucleo familiare, fra tutti gli aventi diritto. In ogni caso il rimborso assegnato non potrà essere superiore alla spesa sostenuta.

Le richieste per il bonus idrico potranno essere presentate dal 22 luglio al 7 settembre. Alla domanda ovrà essere allegata la fotocopia del documento d’identità valido di chi sottoscrive la dichiarazione sostitutiva e una copia dell’ultima bolletta ricevuta.

La domanda dovrà essere presentata ai servizi sociali, tramite pec all’indirizzo comune.lucca@postacert.toscana.it; oppure tramite mail a: protocollo@comune.lucca.it .

Il bando completo e la modulistica saranno reperibili sul sito www.comune.lucca.it a partire da martedì 21 luglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.