Festival della sintesi, asta benefica all’orto botanico

I proventi della vendita di bozzetti e opere grafiche andranno alla Caritas

Domani (1 agosto) alle 16,30 nel sotterraneo del baluardo San Regolo, all’Orto Botanico, si terrà l’asta benefica promossa dal Festival della sintesi e dall’architetto Pietro Carlo Pellegrini. I proventi andranno alla Caritas diocesana di Lucca, a sostegno dell’assistenza alle famiglie bisognose del territorio, il cui numero è in costante crescita. Durante l’asta saranno battute le 25 opere che altrettanti architetti o studi di architettura italiani hanno realizzato e regalato al Festival per “parlare” di accoglienza e che sono esposte da una settimana nel sotterraneo.

La mostra nasce dalla collaborazione tra i promotori del Festival e l’architetto Pellegrini e unisce la ricerca della sintesi in architettura, disciplina in cui scienza, arte, paesaggio si fondono con le esigenze delle persone e delle comunità, con i temi di attualità. Da qui il tentativo di raccontare, attraverso la creatività, le storie delle persone costrette a lasciare la loro città o il loro paese per motivi umanitari o a causa di calamità naturali.

All’asta – battuta da Emanuele Vietina, direttore di Lucca Comics & Games – andranno bozzetti e opere grafiche di Mauro Andreini, Archea Associati, Carmelo Baglivo, Pbeb-Paolo Belloni Architetti, Enzo Calabrese, caravatti_caravatti architetti, Corvino + Multari, Andrea Dragoni, Cherubino Gambardella, Atelier(s) Femia, Emanuele Fidone, Hoflab, Luca Lanini, Vincenzo Latina, Gabriele Lelli / LBLA+Partners, Massimo Mariani, Luca Molinari, Lorenzo Netti, Park Associati, GianlucaPeluffo&Partners, Peter Pichler Architecture, Stefano Pujatti / ElasticoFarm, Beniamino Servino e Davide Vargas.

La mostra è a ingresso gratuito e resta aperta fino a domenica (2 agosto), dalle 10 alle 19. Sarà possibile visitarla anche nelle serate del festival.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.