Strage di Bologna, striscione alla stazione di Lucca per le vittime

Un gruppo di manifestanti ha osservato due minuti di silenzio

Anche Lucca chiede verità per la strage di Bologna. Questa mattina (2 agosto) alle 10,25, quaranta anni dopo, un gruppo di manifestanti ha teso uno striscione davanti alla stazione ferroviaria, osservando due minuti di silenzio.

“Un minuto dedicato alle vittime – spiegano i promotori -, il secondo per la verità e quindi nei confronti di chi ha subito condanne ingiuste e immotivate. Numerosissima la presenza, silenziosa ed ordinata. A Roma oltre 300 persone si sono radunate in Piazza del Popolo, ognuno con indosso la pettorina con le scritte ‘Bologna 2 agosto. Nessuno di noi c’era’ e ‘strage di Bologna, 40 anni di bugie‘. E così anche in altre città. Come era stato ampiamente anticipato, non erano presenti simboli di partiti o movimenti politici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.