Palmata, contro le frane deviato il corso di un torrente foto

Il Solco Grande è stato riportato a scorrere nel suo alveo originario: completati i lavori di messa in sicurezza contro gli smottamenti

L’estate porta il completamento dei lavori del Consorzio 1 Toscana Nord a Palmata, paese collinare della zona del Morianese, nel comune di Lucca: l’Ente consortile ha infatti terminato, proprio in questi giorni, alcune importanti e spettacolari opere, per risolvere i problemi prodotti dalla significativa frana attiva sul versante sinistro del Solco Grande. Investimento totale dell’operazione: quasi un milione di euro, possibile grazie ad un cospicuo finanziamento della Regione Toscana.

L’esecuzione di questi lavori, che hanno carattere di essere la definitiva risoluzione del problema, era attesa da anni: il Solco Grande, in anni di abbandono, aveva infatti deviato il corso originale, andando a erodere, pioggia dopo pioggia, il versante sinistro; che aveva iniziato a cedere rendendo instabile la strada provinciale che passa sulla testa della parete, e minacciando l’abitato di Palmata che si trova a monte.

L’intervento, appena completato, è così andato ad operare su più fronti per garantire una risistemazione idraulica di tutto il bacino. E’ stato consolidato il versante (profondo circa 25 metri), con la costruzione di un muro alla base e il riempimento con la tecnica delle terre armate fino alla strada. Inoltre per evitare nuove erosioni, il corso d’acqua è stato riportato a scorrere all’interno del suo alveo originale, ripristinandone anche la funzionalità idraulica.

“Solo pochi mesi fa abbiamo ricevuto l’annuncio del finanziamento – ricorda il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – E in breve tempo, nonostante il periodo di sospensione del cantiere a causa dell’emergenza Covid, siamo riusciti a termine i lavori. Di tutto questo siamo particolarmente fieri: perché per anni ci siamo impegnati molto per ottenere i fondi necessari che permettessero di realizzare un intervento definitivo di messa in sicurezza della viabilità e di tutto l’abitato di Palmata; e, una volta ottenuti, abbiamo dato il massimo per fare presto e bene il nostro lavoro”.

“Il nostro è un territorio delicato che ha bisogno di opere di prevenzione come questa perché è fondamentale affrontare i problemi prima che divengano emergenze – afferma l’assessore Francesco Raspini – grazie al finanziamento della Regione Toscana e alla competenza del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord è stato così possibile realizzare un’opera molto costosa in un’area periferica ma importante del nostro Comune”.

Negli anni, il Consorzio è intervenuto in molteplici occasioni a Palmata, per la sicurezza idrogeologica di questo paese collinare: in particolare, dopo l’evento alluvionale del 2010, è stato a fianco dell’Unione dei Comuni per la realizzazione e la manutenzione delle reti che sono state realizzate in località Mulino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.