Scuola, interventi di sostegno per un milione di euro dal Comune

Due delibere concludono il sistema dei benefici di 'Lucca Riparte': agevolazioni per le famiglie e aiuto ai fornitori dei servizi

Si completa la manovra da circa un milione di euro interamente dedicata al sostegno delle attività educative e scolastiche. La giunta ha approvato due diverse delibere, attraverso le quali si fissano azioni e finanziamenti, da una parte per il sistema educativo e dell’istruzione, le famiglie e la riorganizzazione della didattica in termini di innovazione e sostenibilità, dall’altra per il sostegno ai fornitori dei servizi comunali per l’educazione e l’istruzione e per i titolari di nidi d’infanzia privati e scuole dell’infanzia paritarie.

Ecco i dettagli della manovra.

Le famiglie dei nidi a titolarità comunale gestiti in appalto e concessione e a quelle titolari di un posto a costo convenzionato in un nido accreditato, non pagheranno la retta del mese di febbraio 2020; alle stesse famiglie sono state azzerate le rette per servizi non ricevuti relativamente al periodo successivo alla chiusura avvenuta in data 5 marzo.

È stato riconosciuto alle famiglie dei bambini iscritti a un nido d’infanzia o spazio gioco comunale nell’anno educativo 2019/20, un voucher a copertura delle spese di frequenza dei centri estivi 0/3 anni, di importo pari al 100 per cento della retta di frequenza, a condizione che il bambino frequenti per almeno l’80 per cento  del periodo richiesto. Per le famiglie dei bambini residenti nel territorio del comune di Lucca che frequentano un centro estivo 0/3 anni gestito da un soggetto privato autorizzato, è stato previsto un voucher di importo pari al 100 per cento del costo di iscrizione se sono assegnatarie di un posto convenzionato nei nidi accreditati e hanno un Isee inferiore a 30mila euro; il voucher scende al 50 per cento del costo di iscrizione per le famiglie che hanno un Isee di importo superiore a 30mila euro o che non abbiano richiesto l’Isee alla data d’iscrizione. Anche in questo caso il contributo viene riconosciuto alle famiglie a condizione che il bambino frequenti per almeno l’80 per cento del periodo richiesto.

Alle famiglie dei bambini e ragazzi residenti nel territorio del comune di Lucca che frequentano un centro estivo 3/14 anni gestito da soggetti autorizzati, viene riconosciuto un contributo a parziale copertura del costo di frequenza fino ad un valore massimo complessivo di 180 euro, e comunque non superiore al 100 per cento del costo dell’attività svolta. Ciascun voucher sarà riferito a un periodo di iscrizione di due settimane, anche non consecutive, e l’importo commisurato all’Isee familiare.

Non viene richiesto il pagamento della seconda rata del servizio trasporto scolastico in conseguenza della sospensione dell’attività scolastica a causa dell’emergenza sanitaria e per dare sostegno economico alle famiglie: nel caso in cui gli utenti abbiano già dato corso al suo versamento, si provvederà al rimborso.

Per i bambini che frequentano i servizi 0/3 anni ad offerta pubblica, l’amministrazione comunale si è attivata inoltre per garantire continuità di attività educative, di rapporto con le educatrici e di socializzazione con gli altri bambini, fornendo strumenti di supporto in ambito educativo e psicologico anche alle loro famiglie. Confermato da parte dell’amministrazione comunale il sostegno all’innovazione didattica, con la previsione di integrare in questo senso la progettualità del Pez-Piano educativo zonale.

Per quanto riguarda i gestori dei servizi legati all’educazione e all’istruzione, l’amministrazione comunale prevede un supporto economico relativo al periodo di chiusura, a garanzia del fatto che possano essere pronti ad accogliere bambini ed educatrici in sicurezza, una volta che il governo autorizzi la riapertura. A questo proposito nel periodo di lockdown l’amministrazione ha coprogettato le attività a distanza con i gestori dei servizi a titolarità comunale e con i titolari dei due nidi privati accreditati: queste attività saranno retribuite con una parte dell’importo stabilito per l’erogazione del servizio prima della chiusura. L’amministrazione verserà ai gestori un’ulteriore quota per il mantenimento delle strutture, che alla ripresa della normale attività dovranno risultare immediatamente disponibili e in regola con tutte le disposizioni vigenti anti-Covid.

Per il servizio di trasporto scolastico è stato portato avanti un percorso di coprogettazione con il gestore per lo svolgimento di prestazioni in forma individuale a distanza, nel rispetto delle direttive sanitarie. Le prestazioni consistono in via principale nel fornire informazioni e assistenza agli utenti attraverso canali telefonici e via mail, dando supporto nella compilazione della domanda on-line di iscrizione al servizio di trasporto scolastico per l’anno scolastico 2020/21 e prestando collaborazione agli uffici nella preparazione della domanda di agevolazione tariffaria e altre attività istruttorie. Oltre a questi servizi, che verranno liquidati dall’amministrazione comunale, un’ulteriore quota sarà corrisposta per il mantenimento delle strutture e del parco veicolare, che dovrà risultare, anche in questo caso, immediatamente disponibile e in regola con tutte le normative vigenti per la ripresa della normale attività.

Per il servizio di refezione scolastica, l’amministrazione comunale stabilirà un nuovo termine contrattuale, che terrà conto del periodo di sospensione e ne farà dunque slittare in avanti la scadenza.

Infine, l’amministrazione comunale ha stabilito di utilizzare le risorse che derivano da mancate uscite per i servizi scolastici nel periodo di sospensione della attività didattiche a favorire la ripresa delle attività educative e scolastiche con l’acquisto di attrezzature e arredi e la realizzazione di allestimenti all’interno e fuori degli edifici scolastici del territorio comunale, che permettano di riorganizzare gli spazi, soprattutto quelli all’aperto, per creare ambienti di apprendimento funzionali, flessibili ed efficaci. Sarà rafforzato il sistema educativo e scolastico, intervenendo col sostegno ai vari attori che ne costituiscono la struttura, ivi inclusi i gestori delle scuole per l’infanzia paritarie. Sarà sostenuta inoltre l’innovazione del servizio di ristorazione scolastica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.