Quantcast

Mercanti: “Non fermeremo il Settembre lucchese”

L'assessore: "Vogliamo far ripartire l'economia dando fiducia soprattutto ai giovani"

“Il Settembre Lucchese si farà”. Lo assicura nuovamente e a qualche ora dall’inaugurazione del Luna Park, l’assessore al commercio del Comune di Lucca, Valentina Mercanti.

“Per ogni storia, ci sono due facce della stessa medaglia. Da un lato – sottolinea – c’è la preoccupazione costante e giustificata dell’aumento dei contagi.  Dopo la chiusura delle discoteche e l’imminente riapertura delle scuole, sempre più spesso ad essere colpevolizzati sono i giovani, nell’immaginario collettivo sembra che questi giovani non abbiano giudizio. Si assembreranno, non porteranno le mascherine, non rispetteranno le regole.
Ma noi vogliamo dargliela fiducia ai giovani, non vogliamo privare Lucca di una tradizione radicata come quella del Settembre Lucchese”.

“Dall’altro lato, dobbiamo pensare alle famiglie e alle attività coinvolte nell’evento – prosegue -, che si sarebbero visti annullare un mese di lavoro tanto atteso. È un settore in gravissima difficoltà quello del pubblico spettacolo e delle fiere, non si possono reinventare un giostraio o un ambulante, un cantante o un attore. Vogliamo che l’economia riparta in tutti i settori e ci aspettiamo che i giostrai, vista la possibilità che gli è stata data, di un rispetto delle regole che ci renda orgogliosi di questa manifestazione”.

Abbiamo voluto dare un’occasione anche a loro di poter ripartire.  L’amministrazione comunale non è completamente cieca o impazzita – conclude -. Dietro questa decisione c’è un team di professionisti che ha valutato eventuali rischi e studiato un piano di sicurezza. Dovremo convivere con questo virus per molto tempo, dobbiamo farlo con giudizio e sguardo rivolto verso il futuro. Solo con la collaborazione di tutti andrà davvero tutto bene”.

(La foto è d’archivio)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.